Polemiche sul matrimonio indiano a Fasano: Lello Di Bari risponde al generale

di Redazione Go Fasano mercoledì, 27 agosto 2014 ore 08:30
Di Bari: “Al momento non ho ricevuto alcun invito ufficiale. Se sarò invitato ci andrò per dovere di cortesia istituzionale”.
 
 
 

Lello Di Bari

SAVELLETRI – Non accennano a placarsi le polemiche – a causa della vicenda relativa ai due marò pugliesi Salvatore Girone e Massimiliano Latorre che continuano ad essere detenuti in India -  scaturite dopo la notizia della  celebrazione a Savelletri – tra Borgo Egnazia, San Domenico e Pettolecchia – del matrimonio di una delle figlie del magnate indiano Pramod Agarwal.
 
Intanto si registra la pronta risposta del sindaco Lello Di Bari alla lettera inviata ieri allo stesso primo cittadino fasanese dal generale di Brigata dell'Esercito Italiano Fernando Termentini, che ha invitato Di Bari a non partecipare al ricevimento per rispetto dei due marò detenuti in India e gli ha posto una serie di domande, “minacciando” anche di rivolgersi alla Corte dei Conti e alle istituzioni competenti in materia se a tali domande non avesse ricevuto risposta.
 
Il tutto era partito da alcune dichiarazioni rilasciate l’altro  ieri ad una nota agenzia di stampa nazionale dal sindaco Lello Di Bari che ha definito l’evento una occasione di promozione e un ritorno di immagine importante per il territorio. 
 
Una posizione quella del primo cittadino che ha scatenato la reazione del generale che ha proposto a Di Bari una serie di domande, alle quali ha risposto immediatamente il sindaco fasanese, che ha subito sgombrato il campo da ogni dubbio chiarendo che “il Comune di Fasano non sopporterà alcuna spesa in relazione al matrimonio indiano. Le spese – chiarisce Lello Di Bari - saranno tutte a carico dell'agenzia che sta organizzando l'evento, compreso lo smaltimento dei rifiuti”.
 
D’altronde come chiarisce lo stesso Di Bari l’evento si svolgerà su aree private quindi non vi sarà alcuna spesa per il Comune.
 
Inoltre Lello Di Bari fa chiarezza anche su un’altra questione, quella relativa alla sua partecipazione ai festeggiamenti.
 
“Al momento non ho ricevuto alcun invito ufficiale - spiega -. Se sarò invitato ci andrò per dovere di cortesia istituzionale. Mi è stato suggerito di presentarmi con un fiocchetto giallo ma l'Amministrazione Fasanese ha già dimostrato di essere vicino ai due nostri ragazzi prigionieri ingiustamente in India. Il governo centrale non è ancora riuscito a risolvere la questione. Come si può pretendere che possa farlo un piccolo sindaco di provincia come il sottoscritto?".
 
 È proprio la vicenda dei marò detenuti in India che sta scatenando una serie di reazioni di protesta. Reazioni che si registrano sia sui social network, soprattutto su Facebook, ma anche via mail. Pare che siano diverse decine le mail di protesta – per lo più giunte dalla Accademia Navale di Livorno - pervenute nelle ultime ore all’indirizzo istituzionale del sindaco di Fasano”.
 
Con l’avvicinarsi dell’evento – i festeggiamenti si svolgeranno dal 3 al 6 settembre -, dunque, comincia a prendere piede una sorta di polemica che riguarda appunto la vicenda dei marò pugliesi detenuti in India.
 
 Proprio a riguardo e in previsione di eventuali manifestazioni di protesta, in occasione dei festeggiamenti nuziali, a sostegno dei due marò, il Ministero dell’Interno sta predisponendo una serie di servizi per la messa in sicurezza delle strutture e delle location dove si terranno i festeggiamenti e dove saranno ospitati gli 800 invitati alla cerimonia.
 
Il territorio fasanese, in sostanza, sarà blindato per quattro giorni in occasione delle nozze, che si terranno dal 3 al 6 settembre prossimi.  
 
 Il Comune di Fasano, dal canto suo, ha emesso ordinanza di parziale interdizione di una strada vicina a Savelletri e ai luoghi in cui si terranno i festeggiamenti, che potrà essere percorsa solo dai contadini possessori di terreni in quella zona.
 
Tempo stimato di lettura: 2’

Attribuzione - Non commerciale

   
  1. Panda Wanda 28 agosto 2014, ore 15:08

    Belli questi commenti a pagamento. Ieri era il panino con la salsiccia, oggi che vi danno? Tre giorni di lavoro 24 ore al giorno a 100 euro totali?

  2. calabretto francesco 28 agosto 2014, ore 13:31

    sono stato contro il sindaco lello di bari per la faccenda del porto di savelletri, ma questa volta concordo con lui. se il comune di fasano non spente un centesimo per questo evento "PRIVATO" non vedo la necessità di attaccare l' amministrazione fasanese. se poi questi eventi oltre a far conoscere a livello internazionale il nostro territorio e fanno lavorare i locali: "ben vengano". e poi cosa può fare fasano per i marò, a mio parere è un fatto di competenza nazionale. non è per questo che dobbiamo incavolarci e proprio in questo momento il Tg2 ha trasmesso un servizio su questo evento di un paio di minuti sottolineando la bellezza della nostra savelletri e delle ripercussioni economiche, 1.500 persone al lavoro e moltissime di queste sono locali è pur vero che saranno assunte per pochi giorni, ma è meglio di niente. invece di contestare cerchiamo di trarne profitto e cercare di moltiplicare questi eventi.

  3. cofano camillo 27 agosto 2014, ore 11:46

    Riguardo alla vicenda dei due marò penso che se si uccide anche per errore la si deve pagare e basta, non importa se i militari siano italiani. Riguardo a quello che avviene con questi matrimoni da favola mi fa male pensare che molti fasanesi non riescono ad arrivare alla fine del mese, che molti giovani non riescono più a sopportare le spese universitarie, per non parlare di quelli che alla metà del mese hanno il frigorifero vuoto, allora dico io signor Melpignano perchè in queste occasioni non recluta tanta gente di Fasano per un lavoro part-Time, qui si parla di tanti invitati, si parla di strade chiuuse (anche oggi ce ne sono per le prove genereali, e siamo a una settimana dal matrimonio), si parla di tanti fasanesi che ormai si sono privati di un gran pezzo di costa e allora, mi scusi "FACCIA LAVORARE QUANTI PIU' FASANESI POSSIBILI" perchè qui siamo letteralmente nella merda e mi scuserà per il mio francesismo.

  4. l opinionista 27 agosto 2014, ore 10:56

    Bravo lello fatti rispettare, vogliono scaricare le colpe politiche e istituzionali contro di te. Sono sicuro che se ci saranno spese a carico del comune, la famiglia Melpignano come sempre se ne fara' carico. Mi meraviglia il fatto che i generali e ammiragli si sono svegliati nel momento in cui la nave sta affondando. La nostra italia ha un enormr debito pubblico ed i generali degli ultimi 20 anni non possono scaricare le loro responsabilita di controllo. Comunque, scherzandoci sopra, sono sicuro che in questi giorni i generali e militari saranno chiamati a rapporto dal presidente della commisione difesa al senato dove gli dira: Generali....... Attenti, destr riga, fissi, avanti marc.......popopo!! Popopo!!! Vdet a du cazz aveta scii.

Mostra tutti i commenti

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • cofano annarita

    grazie x questo interessante articolo, avete scritto tutti i recapiti da uilizzare ma non avete messo il link del cup, gentilmente potete...

    Mostra articolo
  • Pantaleo Pietro

    È inutile commentare quando per compiacersi certi amici non si pubblica quello non in linea con dictat di chi vi comanda. Complimentu.

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!