La strada provinciale Egnazia-Torre Canne passerà al Comune di Fasano

di Redazione Go Fasano sabato, 3 dicembre 2016 ore 07:58

Lo ha annunciato il sindaco Zaccaria

FASANO - La strada provinciale 90 “Terme di Torre Canne – Egnazia” – che collega il confine del territorio comunale tra Monopoli e Fasano in località Egnazia a Torre Canne - sarà ceduta al Comune di Fasano.
 
Lo ha annunciato ieri sera (2 dicembre) il sindaco Francesco Zaccaria, durante l’incontro “Egnazia ritrovata”, sulla presentazione dei risultati della campagna di scavo 2016 nell’area archeologica egnatina, tenutosi nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale.
 
Zaccaria ha reso noto che proprio ieri  la Provincia di Brindisi ha comunicato la volontà di cedere l’arteria al Comune che, adesso, dovrà seguire un iter amministrativo ben preciso finalizzato all’acquisizione formale dell’arteria; questi gli step previsti: lettera del Comune alla Provincia con la quale si esplicitano le motivazioni e l’interesse all’acquisizione della strada provinciale; nullaosta della Provincia alla declassificazione della strada richiesta; delibera di Consiglio comunale di classificazione e acquisizione al patrimonio indisponibile del Comune della strada provinciale; delibera di Consiglio provinciale di dismissione e declassificazione della strada provinciale; verbale di consegna definitiva della strada provinciale.  
«Il percorso burocratico per l’acquisizione al nostro patrimonio della strada in questione è complesso, ma alla fine, la strada sarà del Comune – ha affermato il sindaco Zaccaria – e sarà da quel momento che, in stretta collaborazione con il museo nazionale archeologico d’Egnazia, la sua direttrice Angela Ciancio, la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce, Taranto ed il Polo museale della Puglia, pianificheremo l’utilizzo dell’arteria, nel tratto che attraversa, e collega, l’area archeologica fino all’antica Acropoli. Ritengo che lavoreremo fianco a fianco nei prossimi mesi – ha aggiunto il sindaco – per valorizzare ancora di più Egnazia, che è la più vasta area archeologica della Puglia e, con essa, l’offerta culturale di Fasano a fini turistici». A questo proposito, la direttrice del museo e del parco archeologico egnatino, Angela Ciancio, si è detta pronta a collaborare, anche perché «Egnazia – ha reso noto – nel 2015 ha raggiunto 30mila visitatori, piazzandosi al secondo posto in Puglia, subito dopo il museo nazionale di Taranto, per numero di visite registrate».    
 
Tempo stimato di lettura: 40’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Marinelli Rossano

    Quindi a quanto pare il caldo che provoca i guasti ai semafori dura da più di un anno!

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Speriamo che questa volta,con questo progetto di educazione ambientale, il coinvolgimento delle scuole,finora specialiste di insuccessi,riesca a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!