Da oggi iniziano i lavori di rifacimento di via Giardinelli

di Redazione Go Fasano giovedì, 23 febbraio 2017 ore 07:58

Vietata la circolazione fino al 22 marzo

FASANO – Dalle 7 di questa mattina (giovedì 23 febbraio) via Giardinelli, a Fasano, sarà vietata alla circolazione per consentire i lavori di rifacimento completo del manto stradale; il divieto di transito e di sosta su entrambi i lati varrà fino alle ore 18 del 22 marzo e, comunque, fino al completamento dei lavori. L’apposita ordinanza firmata dal dirigente della Polizia locale Fernando Virgilio stabilisce pure che il divieto di sosta su via Giardinelli (nel tratto compreso fra via La Pira e viale della Resistenza) sarà fatto osservare in modo inflessibile, al punto che è prevista la rimozione coatta con il carro attrezzi dei mezzi eventualmente parcheggiati.
 
L’Amministrazione comunale ha voluto i lavori di rifacimento totale di via Giardinelli e di una parte di via Le Croci, attraverso una gara aggiudicata alle ditte “Convertini Giovanni” e “Mp Lavori” e Annarita Angelini, assessore ai Lavori pubblici, due settimane fa aveva incontrato i responsabili delle due imprese per definire gli aspetti tecnici degli interventi che interesseranno le due arterie stradali, concordandone l’inizio proprio per il 23 febbraio. Il progetto dei lavori in via Giardinelli prevede il rifacimento completo dell’arteria per una lunghezza di 650 metri, dall’inizio della strada (all’intersezione con via Pietro Nenni) fino al suo sbocco nei pressi della villa comunale. Invece, via Le Croci sarà interessata dal rifacimento di un tratto della lunghezza di 150 metri: si tratta di un’arteria comunale che, da un lato, si collega a via San Lorenzo e, dall’altro, a viale Nunzio Schena.
 
Tempo stimato di lettura: 20’’

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Marinelli Rossano

    Quindi a quanto pare il caldo che provoca i guasti ai semafori dura da più di un anno!

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Speriamo che questa volta,con questo progetto di educazione ambientale, il coinvolgimento delle scuole,finora specialiste di insuccessi,riesca a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!