Ripuliti alcuni incroci pericolosi del fasanese

di Redazione Go Fasano domenica, 16 aprile 2017 ore 08:45

Intervento della Provincia

INCROCI PERICOLOSI A CAUSA DELLE ERBACCE

FASANO – Dopo la segnalazione di Gofasano.it e grazie alle sollecitazioni da parte del Comando della Polizia municipale di Fasano, la Provincia di Brindisi nei giorni scorsi ha ripulito due importanti incroci posti su strade provinciali.
 
Si tratta di due incroci divenuti pericolosi nelle ultime settimane a causa della presenza di erbacce alte che impedivano la visuale agli automobilisti e che, dunque, rappresentavano un serio pericolo per la sicurezza stradale. 
 
Si tratta della rotatoria a nord della circonvallazione di Pezze di Greco e l’incrocio sulla ex statale 16 che immette sulla provinciale 10, la cosiddetta “Montalbano-mare” all’altezza del cimitero di Montalbano. 
 
Nei giorni scorsi la Provincia di Brindisi, a seguito delle sollecitazioni inviate dal Comando della Polizia municipale di Fasano, ha inviato mezzi e personale che hanno ripulito i due incroci ripristinando la visuale rendendoli meno pericolosi.
 
Tempo stimato di lettura: 20’’

Attribuzione - Non commerciale

   
  1. Ciaccia Daniele 18 aprile 2017, ore 23:17

    Ripuliti? Ma se dalle foto postate si vedono chiaramente i residui della decespugliazione, poi vogliamo parlare del ciglio delle strade dove crescono indisturbate delle piante selvatiche? Si dovrebbero evitare i lavori grossolani, una città come la nostra merita più attenzione, c'è chi non vede più il disordine e il degrado in cui versa questa città. E' necessario che si scrivano articoli che parlano di problemi comuni da risolvere, non c'è da meravigliarsi che ogni tanto si faccia una qualche "pulizia", quella è normale amministrazione.

Mostra tutti i commenti

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Marinelli Rossano

    Quindi a quanto pare il caldo che provoca i guasti ai semafori dura da più di un anno!

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Speriamo che questa volta,con questo progetto di educazione ambientale, il coinvolgimento delle scuole,finora specialiste di insuccessi,riesca a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!