Rifiuti abbandonati nella villa comunale

di Redazione Go Fasano lunedì, 19 giugno 2017 ore 08:44

La rabbia del sindaco Zaccaria

FASANO- Ancora un gesto di inciviltà e ancora rifiuti abbandonati lungo le strade cittadine. E questa volta il sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, non ci sta più e interviene contro il non senso di responsabilità e di civiltà dimostrato da alcuni cittadini fasanesi. L'avvenimento che ha fatto inalberare il sindaco è stato il ritrovamento di alcuni elettrodomestici abbandonati nella villa comunale, nonostante sul territorio fasanese ci siano due servizi a disposizione dei cittadini per il recupero dei rifiuti ingombranti.

“Che cos’è il genio? È fantasia, intuizione, decisione, e velocità d’esecuzione!”. Mi è venuta in mente questa famosa battuta di un vecchio film comico passando ieri dalla villa comunale e notando questo scempio. Perché ci vuole veramente del genio per trovare una soluzione così sbrigativa per liberarsi di vecchi elettrodomestici. Troppo facile infatti chiamare i due (due!) servizi di ritiro a domicilio funzionanti a Fasano: quello completamente gratuito della Tradeco o quello del Centro Comunale di Raccolta, che costa qualcosa ma ritira qualsiasi rifiuto sul pianerottolo di casa. Molto più geniale e avvincente caricarli a mano in macchina e buttarli nella villa comunale, che dovrebbe essere un posto al quale tutti noi fasanesi dovremmo tenere come al salotto di casa nostra- ha proseguito il sindaco- Non sia mai portarli di persona nei luoghi di raccolta! Tanto prima o poi qualcuno pulisce e quello che è di tutti, come la villa, è solo degli altri.

Ironia a parte, abbiamo affrontato una lunga e faticosissima trattativa per far risparmiare ai fasanesi un milione e quattrocentomila euro di TARI; costringendo la concessionaria a rinunciare a tutte le sue pretese , e trenta famiglie hanno avuto lavoro grazie alla nostra fermezza, ma finché non cambierà anche la mentalità della gente la città non sarà mai pulita come la esigiamo, né pagheremo meno tasse”.

Tempo stimato di lettura: 30''

Attribuzione - Non commerciale

   
  1. pastore giovanni 19 giugno 2017, ore 14:42

    Non resta che unire la nostra indignazione e la nostra rabbia a quelle del Sindaco giustamente sempre più scoraggiato,ma che non demorde per cercare di smuovere la coscienza dei cittadini.Questi selvaggi comportamenti insieme a tanti altri sintomi preoccupano e inquietano perchè,ormai,è più che una impressione che se l'educazione non si impara in famiglia è difficile trovare qualche altro che la insegni in questa società.È dagli anni del secolo scorso che speriamo nell'aiuto:della scuola che non è più al passo con i tempi e capace di offrire un sistema educativo efficace ed efficiente;della famiglia troppo assente perchè ha perso e abbandonato sia i vecchi che i nuovi valori;delle istituzioni che sono sempre in cattiva luce agli occhi della società per i continui scandali che le vedono protagoniste.Molto spesso abbiamo sentito annunciare provvedimenti decisivi.....sono passati governi di ogni colore,premier di ogni tipo,ministri di ogni genere,capi di forze dell'ordine di ogni sorta.Risultati zero:oggi se mettessero una tassa sulla inciviltà e sulla maleducazione il debito pubblico si azzererebbe subito trovando in breve tempo molti contribuenti.Ma lasciando stare l'utopia perchè non provare soluzioni diverse anche se,forse, impopolari?.A Fasano è stato ripreso un incivile da video trappola installata dall'Amministrazione comunale:la privacy garantisce l'anonimato,ma utile sarebbe stato far conoscere i provvedimenti presi ,anche per tentare,in mancanza d'altro,il vecchio sistema di PUNIRE UNO PER EDUCARNE CENTO.

Mostra tutti i commenti

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • guarini nunzio

    c'è ancora qualche ingenuo che crede che ci sia qualche straccio di differenza fra destra e sinistra............poverina!!!!!!

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Credevo di essere stato solo a spendere qualche parola per una diversa attenzione a difendere l'ambiente e il decoro urbano che impattano...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!