Presentati gli esiti del bando sul Red

di Krizia Ricupero sabato, 29 luglio 2017 ore 08:15

 35 fasanesi sono stai inseriti con tirocini di formazione-lavoro in imprese locali. 

FASANO- Sono stati presentati ieri, 28 luglio, nella sala di rappresentanza del Comune di Fasano,  gli esiti del bando sul Red, il reddito di dignità, la misura istituita dalla Regione Puglia , gestita dai Comuni e, nel nostro caso, dal Consorzio per l’integrazione e l’inclusione sociale dell’Ambito territoriale sociale dei tre Comuni di Fasano, Ostuni e Cisternino. 

Come affermato da Giacomo Maringelli, assessore comunale al Welfare, la misura ha prodotto, per la sola Fasano, 35 cittadini, tra i richiedenti il “Red”, beneficiari della stessa, ossia di un tirocinio di formazione-lavoro.  L’assessore ha anche sottolineato «la buona collaborazione con le imprese locali che stanno accettando di buon grado questi cittadini a lavorare da loro e, nel contempo, a fare tirocinio formativo. Ad oggi, per la seconda fase del progetto, sono già arrivate 55 domande per accedere al “Red” e fino alla fine dell’anno si valuta che ne giungeranno un’altra cinquantina. Di questo centinaio di domande – ha annunciato Maringelli – un buon 60-70 per cento sarà di cittadini di Fasano che potrà beneficiare di questo prezioso tirocinio di formazione-lavoro. Sono soddisfatto di questi primi risultati ottenuti grazie all’impegno di tutta l’Amministrazione comunale – ha tenuto a sottolineare Maringelli - che si è interfacciata con aziende ed anche con le scuole affinché abbracciassero il progetto, grazie alla puntuale attività del nostro Consorzio e degli assistenti sociali dedicati».

La parola è poi passata a Ubaldo Pagano, direttore del Consorzio che ha voluto ringraziare «Giampiero Leo, assistente sociale che fa da coordinatore del servizio che segue il “Red”, e Vito Danese, del nucleo dell’assistenza tecnica fornita dalla Regione Puglia per i chiarimenti istruttori in materia di “Red”». Il direttore Pagano ha specificato che i 35 cittadini da una settimana al lavoro, sono stati inseriti in «attività commerciali e artigianali, imprese industriali, agenzie assicurative, cooperative sociali, cooperative di servizi presso strutture di assistenza anziani, disabili, minori del fasanese». 

Anche il sindaco Francesco Zaccaria ha espresso soddisfazione per «questa misura istituita dalla Regione, che offre concretamente la possibilità a questi cittadini di riappropriarsi della consapevolezza di avere capacità che, forse, non si riconoscevano più, e di interfacciarsi con il mondo del lavoro da protagonisti. Il “Red” favorisce il reinserimento lavorativo ed è una misura all’opposto della pura logica assistenzialistica».

 Su questo punto si è soffermato anche il consigliere regionale Fabiano Amati, che ha sottolineato come «il “Red” tende a dare un mestiere a chi mestiere non ha, nel senso che offre la possibilità, attraverso il tirocinio formativo, di imparare a fare qualcosa, a fare un mestiere. Il che consentirà loro – ha aggiunto Amati – di potersi giocare in futuro la carta del saper fare qualcosa e, dunque, di inserirsi permanentemente nel modo del lavoro. Questi sei mesi di beneficio del “Red” e, in qualche caso, di un anno, devono spingere i cittadini beneficiari a imparare un “mestiere”; questo che viviamo non è più il tempo del luogo comune “quello sa fare tutto, dove vuoi lo metti”, bensì del saper fare con competenza questa o quell’altra cosa specifica».

 

Tempo stimato di lettura: 30’’

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Un ottimo gesto di solidarietà,generosità e di piccolo aiuto per uno dei tanti paesi dove, dopo più di un anno,le macerie dell'ultimo terremoto...

    Mostra articolo
  • Panalli Pierpaolo

    Care forze dell ordine forse è meglio che quando trovate queste macchine parcheggiate e rubate vi appostate, sicuramente dopo qualche giorno...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!