Riprendono domani i lavori alle strade comunali

di Redazione Go Fasano martedì, 9 gennaio 2018 ore 10:46

Lo stop era stato necessario a causa delle festività e del maltempo

FASANO – Riprenderanno domani, mercoledì 10 gennaio,  i lavori per la bitumazione dei cinque chilometri di strade (innanzitutto, via Roma e viale Nunzio Schena - ex viale Stazione) individuate dall'Amministrazione comunale di Fasano come prioritarie nel discorso della manutenzione della viabilità del territorio, rispetto al carico di traffico quotidiano registrato. Le giornate di maltempo e le festività natalizie appena conclusesi hanno richiesto un necessario, ma temporaneo, stop agli interventi che erano iniziati di gran lena, prima di tutto su via Roma e su viale Nunzio Schena. La ditta "Pagone" di Bitonto, aggiudicataria della gara a suo tempo indetta, dovrà anche occuparsi del rifacimento totale di via Fascianello, di corso Garibaldi, di corso Perrini, oltre che di via Aspromonte a Montalbano: si tratta di strade ad alta percorribilità, praticamente centrali nel reticolo viario del Fasanese; strade che "tagliano" in due Fasano, come via Roma (arteria d'ingresso in città), o che conducono a siti importanti, come viale Nunzio Schena dal quale si raggiunge il locale scalo ferroviario e la località marinara di Savelletri ma che costituisce anche ingresso nel territorio fasanese, sia da Bari che da Brindisi. In ogni caso, mercoledì l'impresa rimetterà mano su via Roma (per la posa del bitume) e sul secondo tratto di viale Nunzio Schena (posto che il primo è stato già oggetto d'intervento).
 
Tempo stimato di lettura: 10’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Ma la distanza fra 4.000 e 15.000 è notevolissima. È evidente che qualcuno sta mentendo senza paura di offuscare o giocarsi la propria credibilità,...

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Concordo perfettamente che l'attuale Amministrazione faccia bene a mandare via la Tricom,sia per far risparmiare milioni di Euro e soprattutto per...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!