Tricom contro Comune di Fasano, atto finale: si riunisce oggi il Consiglio di Stato

di Redazione Go Fasano giovedì, 12 luglio 2018 ore 05:30

Il sindaco Zaccaria: «Abbiamo potuto fare giustizia sociale cominciando a fare politica fiscale»

 

FASANO - Si riunirà oggi, giovedì 12 luglio, il Consiglio di Stato che dovrà porre la parola fine al contenzioso nato tra il Comune di Fasano e la Tricom-Novares, società che ha gestito la riscossione tributi prima che il servizio venisse internalizzato. «È un momento importante ma che aspettiamo con serenità - sottolinea il primo cittadino Zaccaria - convinti di aver operato per il bene di Fasano e dei fasanesi. Aver internalizzato il Servizio tributi - prosegue il sindaco - consente infatti a tutti i fasanesi di risparmiare sette milioni di euro fino al 2026, e ha permesso a quasi ottocento famiglie di vedersi azzerare la Tassa sui rifiuti, mentre tutte le altre hanno ottenuto una sensibile riduzione. Abbiamo, in pratica, potuto fare giustizia sociale cominciando a fare politica fiscale, per trasformare Fasano in una città nuova, dove le tasse sono giuste e progressive, come vuole la nostra Costituzione».
 
La sentenza avrà un significato non solo in termini strettamente giuridici ma anche politici. Lo stesso allargamento di maggioranza, da tempo annunciato e mai avvenuto, potrebbe verificarsi (o non verificarsi) subito dopo la sentenza: è chiaramente una mossa di logica politica, poichè non sarebbe nell'interesse dei cinque consiglieri candidati a sostenere l'amministrazione Zaccaria, appoggiare una maggioranza che - nel caso il Comune di Fasano risultasse soccombente - si ritroverebbe in mano una grossa grana.

«Di fronte a noi c’è un interlocutore importante, che ha precisi punti di riferimento nella politica locale, ma attendiamo gli eventi con la tranquillità di chi da due anni ha impiegato le proprie energie per dare risorse alla città e non per sottrarle, come dimostra da ultimo la candidatura che stiamo presentando alla Regione per un milione e mezzo di euro da destinare al Centro storico. Vogliamo che la Fasano di ieri, quella degli sprechi pagati dai cittadini – conclude Zaccaria - lasci il posto per sempre alla nuova Fasano, dei diritti di tutti, più giusta e più equa: state con noi, perché stiamo con voi».

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Sarebbe bene anche interrogarsi sulle ragioni e sui motivi che fanno crescere il nazionalpopulismo e domandarsi quanto sbagliate siano state le...

    Mostra articolo