Sicurezza SS 172, Katia Schiavone: «Gli amministratori continuano a sfidare la sorte»

di Redazione Go Fasano sabato, 28 luglio 2018 ore 06:05

La nota della presidente dell'Associazione Vittime della Strada "Flavio Arconzo"

FASANO - Non è trascorso molto tempo dall'ennesimo e tragico incidente mortale avvenuto sulla SS 172. Ma, come ogni anno, è solo una delle tante e innumerevoli storie che si raccontano riguardo la mancata - al momento - messa in sicurezza di quel maledetto tratto di strada. Sulla questione, ancora una volta, è intervenuta Katia Schiavone, presidente dell'Associazione Vittime della Strada "Flavio Arconzo", che oramai da anni si batte per l'ammodernamento del tratto della statale.
 
"Percorrendo la SS172, tratto Laureto Fasano - scrive la presidente - mi sono resa conto dell'ennesimo pericolo che si è andato a creare su quella strada, esattamente nei pressi del distributore Agip. Ai già numerosi accessi, tra cui quello del distributore, esistenti in quel tratto, proprio di fronte all'area di servizio, adesso c'è quello del nuovo esercizio, Happetito. Onde evitare strumentalizzazioni, voglio ribadire e puntualizzare che io non ritengo responsabili i proprietari o gestori dei suddetti esercizi commerciali, bensì amministratori e gestori della strada che continuano a sfidare la sorte facendo nascere queste attività che - ben vengano per il nostro paese - con irresponsabilità. Ossia, senza mettere in sicurezza la strada prima di fare tutto il resto. Tant'è vero che alla faccia della tanto decantata messa in sicurezza, si è approvata la nascita di un nuovo distributore a circa 800 m da quello esistente. Esattamente nella zona di Patronelli.
 
Ora, dopo anni di silenzi, rinvii, proclami - continua la Schiavone - ho ancora la capacità di fidarmi. Infatti l'ultima notizia circa la messa in sicurezza di quel tratto di strada, dice che dopo l'estate partiranno i lavori. Dunque dovremmo aspettare giusto un paio di mesi per vedere se è vero che cominceranno i lavori e come saranno fatti. Per quel tratto, pericolosissimo a causa dei numerosi accessi, è previsto il posizionamento di un cordolo per impedire svolte pericolose. 
 
Esattamente, dalla futura rotatoria del Sacro Cuore, a quella, altrettanto futura della curva Matarano...sempre che il suddetto cordolo non svanisca come è già accaduto per la rotatoria della Vernisina, prevista in fase preliminare, e sparita dal progetto successivamente.  Aspettando che l'estate finisca procuratevi occhi da montare a destra e sinistra della testa, perché adesso il rischio è - conclude la presidente - di essere buttati per aria da mezzi che si immettono sulla statale contemporaneamente da entrambi i lati. 
 
Buone vacanze e ci risentiamo a fine estate.»

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Passiatore Giovanna

    Ci lamentiamo sempre di tutto. Ci sono strade da rifare, scuole da ristrutturare, illuminazione carente ecc.ecc. Però al divertimento non sappiamo...

    Mostra articolo