Mobilitazione per fermare la Xylella: svolto secondo incontro organizzativo a Fasano

di Redazione Go Fasano lunedì, 7 gennaio 2019 ore 05:24

L’iniziativa si terrà domenica 13 gennaio a Monopoli.

FASANO – Non si contano, ormai, le adesioni di associazioni, organizzazioni, cooperative, imprese, vivaisti, esponenti della società civile, delle pubbliche Amministrazioni, alla grande manifestazione cui si è deciso di dare vita nei giorni scorsi proprio a Fasano, e che si svolgerà domenica prossima 13 gennaio a Monopoli (con inizio alle ore 10).
 
L'altra sera (sabato 5 gennaio) a Fasano, presso la sede della Cooperativa “Progresso Agricolo”, si è tenuto il secondo incontro organizzativo, tenutosi su iniziativa  del consigliere regionale Fabiano Amati, per dare vita, appunto, ad una grande mobilitazione del mondo agricolo e non solo, per sollecitare le istituzioni competenti a bloccare, con gli strumenti previsti dalla scienza e dalle norme, l’avanzare della Xylella fastidiosa.
 
Qualche settimana fa un albero infetto dal batterio, che ha falcidiato decine di migliaia di ettari di uliveti nel Salento, è stato ritrovato nel Fasanese (nella Piana degli ulivi millenari), e nei giorni scorsi un’altra pianta di ulivo infetta è stata riscontrata nelle campagne di Monopoli.
 
E proprio da Fasano e da Monopoli è partita questa grande mobilitazione che sta trovando adesioni da numerosi comuni della Puglia (con in testa l’Anci e i Comune di Fasano e Monopoli), da tutte le organizzazioni agricole e delle cooperative, dalle associazioni dei vivaisti, dai comitati spontanei, da diverse associazioni, oltre che da agricoltori, frantoiani, tecnici .
 
Tutti impegnati a dare vita ad una prima grande manifestazione che si terrà il 13 gennaio a Monopoli con lo slogan “Si, combatto Xylella” con “3 Si” da sostenere: “si, per il paesaggio, la produttività e la scienza”.
 
Tempo stimato di lettura: 20’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Non è obbligatorio rispondere alle accuse di avversari politici.Ma per problemi importanti la mancanza di smentite e chiarimenti è un limite posto...

    Mostra articolo