Fasanese muore dopo 6 mesi di calvario in diversi ospedali: presentato un esposto

di Redazione Go Fasano giovedì, 13 luglio 2017 ore 09:24
La donna era rimasta coinvolta in un grave incidente stradale avvenuto ad inizio gennaio. LA CRONACA DELL'INCIDENTE
 

FASANO – Una 61enne fasanese muore dopo un calvario durato quasi sei mesi. Il marito, dopo il decesso della donna, ha presentato una denuncia ai carabinieri chiedendo alla magistratura di accertare se il decesso possa essere imputabile a “violazioni medico-professionali”.
 
La donna il 4 gennaio scorso era rimasta coinvolta in un grave incidente stradale. Il 26 giugno scorso  è deceduta, dopo aver peregrinato da un ospedale all’altro. 
 
Potrebbe, dunque, esserci l’ennesimo caso di malasanità dietro la morte della 61enne fasanese, per questo il marito ha sporto denuncia alla magistratura.
 
La notte tre il 3 e il 4 gennaio scorsi l’auto su cui viaggiavano i due coniugi è finita contro l’isola rotatoria posta all’altezza dell’intersezione della strada provinciale 4, quella che collega Fasano a Savelletri, al centro commerciale Conforama. L’impatto è stato particolarmente violento. Per estrarre dall’abitacolo dell’auto, ridotto ad un groviglio di lamiere, gli occupanti la Fiat Punto è stato necessario l’intervento di una squadra di Vigili del fuoco. L’incidente è successo attorno all’1 e 40. I due coniugi che viaggiavano sull’unico veicolo coinvolto nell’incidente sono stati soccorsi dal personale delle ambulanze del 118. Il marito non ha avuto bisogno di essere trasportato in ospedale: i soccorritori gli hanno medicato sul posto le escoriazioni che si è procurato nell’incidente. La donna è stata, invece, portata in ambulanza all’ospedale Perrino (i medici si sono riservati la prognosi), dove è rimasta ricoverata per circa due mesi. Una volta che i medici hanno sciolto la prognosi, la donna è stata trasferita all’ospedale di San Pietro Vernotico. Il ricovero al Mielli si è reso necessario per intervenute complicanze polmonari. A San Pietro ci è rimasta per due settimane. Tornata finalmente a casa, dopo pochi giorni trascorsi nella sua abitazione, la 61enne è stata ricoverata nel reparto di Pneumologia dell’ospedale di Cassano delle Murge. Dimessa da quel nosocomio, è stata trasferita in una Rsa di Ostuni. Ulteriori problemi di salute della paziente hanno costretto il personale della struttura a ricoverarla all’ospedale della città bianca, dove è rimasta per una quindicina di giorni. Dimessa, è stata portata nuovamente nella Rsa, dove è deceduta il 26 giugno scorso. 
 
Una morte e un calvario con tanti aspetti da chiarire. Di qui la decisione del marito della 61enne fasanese di presentare, attraverso i carabinieri di Fasano, un esposto alla magistratura, che farà luce su quanto accaduto.
 
Tempo stimato di lettura: 1’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Credevo di essere stato solo a spendere qualche parola per una diversa attenzione a difendere l'ambiente e il decoro urbano che impattano...

    Mostra articolo
  • passiatore giovanna

    Occorre fare qualcosa per educare i cittadini. Altro fenomeno degradente è quello degli escrementi degli animali per tutta la città, soprattutto in...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!