Sequestrati dalla Dia beni ad imprenditore fasanese

di Redazione Go Fasano lunedì, 18 dicembre 2017 ore 16:54

Sotto sequestro la porzione di un immobile di pregio e quote societarie

FASANO – La Direzione investigativa antimafia di Padova e la sezione operativa di Lecce hanno sequestrato beni per oltre 2.5 milioni di euro riconducibili all'imprenditore fasanese Giuseppe D'Onofrio. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Brindisi - Sezione Misure di Prevenzione. Il sequestro ha interessato la porzione di un immobile di pregio, la storica "Barchessa di Villa Molin", che si trova a Padova, di proprietà della moglie dell'indagato, Annalisa Brondin, nonché le quote di capitale sociale della società "I Trulli srl", sempre con sede a Padova. D'Onofrio, ormai da tempo noto commerciante nell'area veneta, secondo gli investigatori avrebbe avuto un ruolo di vertice in seno ad un'organizzazione criminale dedita al contrabbando di tabacchi lavorati esteri (anni '80 e '90), con precedenti specifici anche per traffico di droga e furto.
 
Tutti i beni finiti sotto sequestro sarebbero stati acquistati con proprie risorse, "provenienti da attività delittuose", sottolineano gli inquirenti, secondo cui "è stato possibile evidenziare come le disponibilità economiche investite per l'acquisto dell'immobile e per l'avvio dell'azienda "I Trulli srl" non potessero essere ascritte ad entrate lecite, in quanto sia Brondin che D'Onofrio hanno dichiarato, nel tempo, redditi pressoché insistenti".
 
Tempo stimato di lettura: 20’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Galasso Cosimo

    Voi pensate sepre a sistemare le strade piu pericolose sono daccordissimo ogni tanto pero fateni un giro fasano ostuni statale 16 ai birdi dellle...

    Mostra articolo