Operazione Thunder: si è costituito ai Carabinieri il terzo fasanese

di Redazione Go Fasano venerdì, 9 febbraio 2018 ore 04:48

Si tratta di un 33enne di Pezze di Greco

FASANO – Si è costituito il terzo fasanese destinatario nei giorni scorsi di una ordinanza di custodia cautelare, firmata dal gip Stefania De Angelis su richiesta del pm Valeria Farina Valaori, e notificata a 15 persone residenti a Brindisi, Oria, Catania e Fasano, e alla quale si era sottratto al momento della esecuzione. 
Il 33enne di Pezze di Greco, Luigi Conversano, accompagnato dal legale di fiducia, si è costituito ai Carabinieri di Fasano. 
Insieme a lui l’altro ieri erano finiti ai domiciliari anche altri due fasanesi: Onofrio Margaritondo, 42 anni, e Carlo Cofano, 37 anni.
Oltre ai fasanesi gli arrestati sono stati: Paolo Chiarella, 53 anni, i  fratelli Italo e Giuseppe Loré, rispettivamente 43 e 47 anni, i cugini Roberto e Antonio Ferlito, entrambi di Catania, di 42 e 43 anni, Armando Corsa, 45 anni,  Francesco D'Urso, 38 anni, Giovanni Rizzato, 50 anni, Antonio Signorile, 48 anni, Pietro Vergaro, 28 anni,  Walter Margherito, 39 anni, e Roberto Nigro, 51 anni. Sei persone sono indagate a piede libero. 
 
Sono tutti ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e cessione in concorso di sostanze stupefacenti e ricettazione, tentata estorsione, rapina, nonché detenzione e porto abusivo di armi da fuoco.
L’operazione portata a termine dai Carabinieri del comando provinciale di Brindisi e della compagnia di Fasano - le cui indagini sono state avviate nel febbraio 2017 e concluse nell’agosto successivo – ha disarticolato due distinti gruppi dediti al traffico di sostanze stupefacenti provenienti dall’Albania. 
 
L’attività investigativa, in particolare, ha consentito di:
 
a.    arrestare nella flagranza del reato quattro soggetti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti;
b.   sequestrare complessivamente 800 kg di marijuana, documentandone peraltro le diverse modalità di trasporto, mediante l’utilizzo di natanti (per il trasporto dall’Albania alle coste pugliesi) e mediante l’utilizzo di Tir (per il trasporto in ambito nazionale);
c.    ricostruire un episodio di tentata estorsione con l’uso di armi da sparo per una partita di droga non pagata;
d.   individuare i luoghi di occultamento/stoccaggio dello stupefacente.
 
 
Tempo stimato di lettura: 30’’

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • del vecchio gianni

    ordinanza tardiva ( l'estate inizia il 21/6) e non esaustiva. Mi dica, infatti, Sig. Sindaco come si deve comportare un direttore di un locale che...

    Mostra articolo