Dispersione scolastica: denunciati numerosi genitori fasanesi

di Redazione Go Fasano sabato, 3 marzo 2018 ore 08:49

Attività dei Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi

GLI AGGIORNAMENTI

 

FASANO – Sono una decina i genitori fasanesi denunciati per inosservanza dell’obbligo di istruzione dei figli minori.
 
A denunciarli sono stati i Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi che in totale in tutta la provincia hanno deferito alla magistratura 78 genitori ritenuti responsabili di inosservanza dell'obbligo di istruzione dei figli minori. Tra questi una decina sono fasanesi, residenti sia a Fasano che nelle frazioni.
 
Il monitoraggio del fenomeno ha fatto emergere che 41 minori, studenti dei vari istituti di istruzione della provincia di Brindisi, sono risultati assenti dalle lezioni, senza giustificato motivo, per un periodo superiore al 25% delle giornate consentite.
 
AGGIORNAMENTO DELLE ORE 13
 
Come anticipato questa mattina da Gofasano.it sono numerosi i genitori fasanesi denunciati a piede libero dai Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi per inosservanza dell'obbligo di istruzione dei figli minori.
Di seguito si riporta la nota stampa del Comando Provinciale di Brindisi nella quale viene evidenziata l'intera attività posta in essere in tutta la provincia di Brindisi ed anche a Fasano e frazioni.
 
 
I Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi sono da tempo impegnati nel tentativo di arginare il fenomeno della dispersione scolastica. In Italia, è obbligatoria l'istruzione impartita per almeno 10 anni e riguarda la fascia di età compresa tra i 6 e i 16 anni. L'adempimento dell'obbligo di istruzione è finalizzato al conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale. D'intesa con i dirigenti scolastici degli istituti presenti nel territorio i militari hanno avviato un programma straordinario di controllo affinché vengano individuati gli allievi che si siano assentati senza valida giustificazione per un periodo superiore al 25% dei giorni di lezione. La dispersione scolastica rappresenta un problema particolarmente sentito che, oltre ad avere ripercussioni immediate sul profilo formativo, influenza anche l'evoluzione e il futuro dello studente. Infatti, coloro che hanno bassi livelli di scolarizzazione sono destinati a percorsi lavorativi instabili ed irregolari e maggiormente esposti ai rischi dell'esclusione sociale della devianza, o ad essere fagocitati dal mondo dell'illegalità. Nel corso delle verifiche, particolare attenzione è stata posta al controllo della documentazione giustificativa, al fine di accertare l'eventuale commissione del reato di inosservanza dell'obbligo dell'istruzione scolastica dei minori da parte dei genitori o esercenti la patria potestà. Nell'ambito di questa provincia, i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà 78 genitori ritenuti responsabili di inosservanza dell'obbligo di istruzione dei figli minori. Il monitoraggio del fenomeno ha fatto emergere che 41 minori, studenti dei vari istituti di istruzione della provincia di Brindisi, sono risultati assenti dalle lezioni, senza giustificato motivo, per un periodo superiore al 25% delle giornate consentite. Tra i Comuni che annoverano la più alta dispersione figura Latiano, con 22 studenti, seguita da Fasano con 8, Brindisi con 4, Francavilla Fontana 3, Oria 2 e Ceglie Messapica 2.
 
Tempo stimato di lettura: 10’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Galasso Cosimo

    Voi pensate sepre a sistemare le strade piu pericolose sono daccordissimo ogni tanto pero fateni un giro fasano ostuni statale 16 ai birdi dellle...

    Mostra articolo