Fasano piange Giuseppe Vinci

di Redazione Go Fasano mercoledì, 15 agosto 2018 ore 05:38

Un’altra giovane vita spezzata molto probabilmente a causa di un pirata della strada

FASANO – Una città sconvolta dall’ennesima tragedia della strada, questa volta aggravata ancor più dal fatto che probabilmente la morte del 19enne fasanese Giuseppe Vinci, rimasto coinvolto in un tragico incidente stradale all’alba di ieri mattina, martedì 14 agosto, (LEGGI QUI), sia stata causata da un pirata della strada che avrebbe travolto il povero ragazzo e sarebbe fuggito via.
 
Giuseppe Vinci era un ragazzo come tanti, un bravo e conosciuto ragazzo con tanti sogni nel cassetto come lo si è a 19 anni. Ed era anche un gran lavoratore. Ieri mattina, all’alba, non rientrava da una festa o da una serata in discoteca ma stava andando a lavorare presso un vivaio di Speziale.
Alle porte proprio della piccola frazione fasanese la tragedia.
 
La ipotesi (LEGGI QUI) sulla quale stanno lavorando gli uomini dell’Arma, alla luce anche delle tracce rinvenute sul luogo del sinistro e dei rilievi, è che il ragazzo mentre percorreva la ex statale 16 in direzione Speziale  sia caduto dalla moto per cause accidentali, dopo di che una volta rimessosi in piedi sia stato travolto da un mezzo che procedeva in direzione opposta, che lo avrebbe letteralmente falciato e scaraventato ad oltre 40 metri di distanza dalla moto. Mezzo che, però, se esiste ha fatto perdere le sue tracce.
 
La salma dello sfortunato 19enne è stata trasportata presso l’obitorio dell’ospedale “Perrino” di Brindisi e resta a disposizione della autorità giudiziaria che disporrà ulteriori accertamenti medico legali sul corpo del ragazzo per cercare di capire quale sia stata la causa della morte. Dopo di che la salma sarà restituita ai familiari per i funerali.
Giuseppe Vinci, grande appassionato di moto e di biciclette a cuscinetti (con le quali aveva anche gareggiato), viveva nella zona industriale di Fasano e lascia i genitori – il padre dipendente Ilva e la madre parrucchiera – e due fratelli, e tantissimi amici.
Amici che nelle ultime ore hanno letteralmente inondato il profilo Facebook del 19enne con messaggi di cordoglio.
“Ancora non riesco a crederci...voglio solo pensare sia un brutto sogno dal quale risvegliarmi al più presto – scrive un suo amico -. Anche se non te l'ho mai detto voglio che sappi che ti ritengo il mio fratellino e un uomo che si è fatto strada tra la vita ingiusta con onore e sacrificio mi manca già il pensiero di poterti abbracciare e salutare sei una persona magnifica e non ti dimenticherò mai. Un abbraccio forte forte ed un bacione. Fai buon viaggio e riposa in pace fraté. Spacca tutto!!!Ciao Angelo. Ti voglio bene!!!”.
“R. I. P amico mio – scrive un altro amico sul noto social network - questa dolorosa notizia mi ha colpito il cuore mi è venuta la pelle d'oca, ma ti terrò sempre nel cuore con tutte quelle gare passate insieme nei percorsi in discesa, sei stato sempre coraggioso e sempre con il sorriso, Buon viaggio campione...”.
 
“Non si fa così we Pè – scrive un altro amico chiamandolo col suo diminutivo -,sarai lontano dai miei occhi ma mai dal mio cuore. Come illuminavi le serate qui sono sicuro che illuminerai il cielo lassú... Buon viaggio amico mio”.
Una tragedia che ha sconvolto una intera città, lasciando tutti quanti attoniti.
“Ancora non riesco a capire cosa sia successo – si legge in un altro post - ma ho capito solo una cosa non ci sei più qui con noi tutti eri e lo rimarrai u masm ti voglio bene non sai cosa sto passando penso che sia un incubo spero!! Che ci proteggerai da lassù R.I.P. CUGGINETTO non so cosa darei per averti qui vicino a noi tutti”.
 
“Pé – scrive un altro amico - che brutto scherzo ci hai fatto stamattina. La prima volta che ho risposto ad una chiamata , ed era un mio amico che mi ha raccontato dell’accaduto, avrei voluto sentire tutto ma non questo! 
Mi hai lasciato con un dolore immenso, per non parlare delle cose che dovevamo finire insieme, tra cui il blocco motore della pit bike...
Nonostante tutto voglio ricordarti così, con un pizzico di pazzia quando ti trovavi a guidare una moto! Ciao Pé !”.
 
Tempo stimato di lettura: 1’ 20’’

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Non entro nel merito delle opinioni politiche della maggioranza e della opposizione.Ma ,se è vero,che c'erano CONSIGLIERI COMUNALI CHE USCIVANO...

    Mostra articolo