Slitta l'avvio del processo per omicidio colposo e stradale a carico di due fasanesi

di Redazione Go Fasano luned́, 24 settembre 2018 ore 05:10

Rimasti coinvolti in un incidente stradale nel quale persero la vita 2 persone

FASANO – Due fasanesi, insieme ad altre 8 persone, sono imputati di omicidio colposo e omicidio stradale relativamente ad un grave incidente stradale – nel quale persero la vita due persone – avvenuto in provincia di Foggia, sull’autostrada Bari-Napoli all’altezza di Cerignola il 16 giugno del 2012.
 
Si tratta di un 75enne e di un 30enne di Fasano che erano alla guida di due auto – il primo di una Ford Fiesta, il secondo di una Fiat Idea – che rimasero coinvolte in un maxi tamponamento nel quale 6 autovetture entrarono in collisione. 
 
Nell’incidente stradale perse la vita una donna che viaggiava sul sedile posteriore di una Opel Astra e che scesa dall’auto fu travolta in pieno da una Opel Corsa che sopraggiungeva. 
 
Due settimane dopo, poi, nell’ospedale di Andria, a causa di complicazioni seguite ai traumi patiti nel sinistro, morì un uomo che era alla guida di una Mercedes Classe B, anche lui rimasto coinvolto nel maxi tamponamento.
 
Il tamponamento, secondo quanto accertato dagli inquirenti, era stato provocato da una colonna di fumo sprigionatasi da un vasto incendio che stava interessando un terreno coltivato a grano confinante l’autostrada A16.
 
 I due fasanesi, insieme ad altri 3 conducenti delle altre auto, sono imputati di omicidio colposo ed omicidio stradale in concorso. 
 
Degli stessi reati ed anche di incendio colposo sono accusati il proprietario del terreno dove si stava verificando l’incendio, un soggetto incaricato di seguire le operazioni di mietitrebbitura che si erano effettuate sullo stesso terreno nei due giorni precedenti, due altri soggetti incaricati di eseguire nei giorni precedenti la mietitrebbiatura del terreno, ed il responsabile di esercizio della Società “Autostrade per l’Italia” competente per il tratto autostradale in questione.
 
Nei giorni scorsi doveva tenersi presso il Tribunale di Foggia l’udienza preliminare a carico dei due fasanesi – difesi uno dall’avv. Marcello Zizzi e l’altro dall’avv. Pasquale Di Natale - e degli altri 8 imputati.
 
Udienza che prima di iniziare è stata rinviata a data da destinarsi.
 
Innanzi al Gip del Tribunale di Foggia, Carlo Protano, infatti, durante l’udienza preliminare l’avv. Marcello Zizzi, difensore di uno dei due fasanesi, ha eccepito la nullità dell’avviso di conclusioni delle indagini preliminari per mancata notifica al suo assistito e mancata notifica del decreto di fissazione della udienza preliminare. Il Gip ha accolto detta eccezione e ha rimandato tutti gli atti per tutti gli imputati alla Procura della Repubblica per le corrette notifiche. Dopo che avverranno le corrette notifiche il processo potrà ripartire innanzi al Gip.
 
E’ slittato, dunque, l’avvio del processo a carico di questi due fasanesi che a metà del mese di giugno di 6 anni fa si trovarono coinvolti in questo maxi tamponamento, dovuto ad una colonna di fumo sprigionatasi da un incendio di stoppie in un terreno adiacente alla autostrada, e nel quale persero la vita due persone.
 
Tempo stimato di lettura: 1’ 20’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Galasso Cosimo

    Voi pensate sepre a sistemare le strade piu pericolose sono daccordissimo ogni tanto pero fateni un giro fasano ostuni statale 16 ai birdi dellle...

    Mostra articolo