Abusi edilizi: controlli nel Fasanese

di Redazione Go Fasano sabato, 17 novembre 2018 ore 05:00
Attività della Polizia municipale
 

FASANO - Proseguono i controlli della Polizia municipale fasanese in materia di urbanistica e di edilizia. 
 
Non passa mese, infatti, che gli agenti componenti lo speciale nucleo di Polizia edilizia attivo all’interno del Corpo della Polizia municipale di Fasano non  compiano controlli, sopralluoghi, accertamenti su cantieri sia nei centri abitati che nelle campagne al fine di prevenire abusivismo edilizio e violazioni delle norme in materia urbanistica ed edilizia.
 
Nel mese di ottobre scorso sono stati quattro i rapporti riguardanti opere o lottizzazioni abusivamente realizzate e quattro le ordinanze di sospensione o demolizione con ripristino dello stato dei luoghi comunicati alla Procura della Repubblica dal Comune di Fasano.
 
Si tratta di opere realizzate in assenza del permesso di costruire, o in totale difformità o con variazioni essenziali.  Dieci le persone segnalate ritenute responsabili degli abusi e segnalate.
 
I rapporti riguardano le modifiche di un prospetto in via Pola a Savelletri (due le persone ritenute responsabili dell’abuso e segnalate, che comunque hanno provveduto allo spontaneo ripristino e la loro posizione è stata archiviata) e la realizzazione di due tettoie e di un pergolato in via Vieste a Torre Canne (una la persona ritenuta responsabile dell’abuso e segnalata) che è al vaglio dell’Ufficio Tecnico Comunale.
 
Oltre a ciò nel mirino della Polizia locale sono finiti la realizzazione di un muro di recinzione in contrada Coccaro nei pressi della strada comunale Maizza (una la persona ritenuta responsabile dell’abuso e segnalata), i cui lavori sono stati sospesi, la apertura di alcune finestre in viale Bosco Talinaro a Laureto (opera al vaglio dell’Ufficio Tecnico Comunale, con una persona ritenuta responsabile dell’abuso e segnalata), la demolizione di una tettoia in via Siracusa a Torre Canne (due le persone ritenute responsabili dell’abuso e segnalate), la demolizione di una scala a chiocciola in cemento (una la persona ritenuta responsabile dell’abuso e segnalata), e la rimozione di opere interne e ripristino di un prospetto esterno in via Giovanni Paolo I a Fasano (una la persona ritenuta responsabile dell’abuso e segnalata).
 
Tempo stimato di lettura: 40’’
 
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Non entro nel merito delle opinioni politiche della maggioranza e della opposizione.Ma ,se è vero,che c'erano CONSIGLIERI COMUNALI CHE USCIVANO...

    Mostra articolo