Si rinnova la tradizione della Quarantana

di Marisa Cassone sabato, 4 marzo 2017 ore 07:06

I fantocci sono stati appesi per le vie del centro storico, a cura dell’associazione “U’mbracchie”. LE FOTO

FASANO- Inizia il periodo della Quaresima e i cristiani si preparano alle festività pasquali. Tanti riti e tradizioni che ormai fanno parte della storia del popolo. Una di queste è la Quarantana, la vecchia signora vestita a lutto che viene appesa per le strade del paese.
 
Tra sacro e profano, la Quarantana è presente anche quest’anno nelle vie del centro storico fasanese grazie all’impegno dell’associazione “U’mbracchie”.
 
Per la tradizione cristiana la Quarantana è la personificazione popolare dei quaranta giorni che separano le Sacre Ceneri, dalla fine del Carnevale, alla Settimana Santa. La vecchia vestita di nero in segno di lutto e penitenza, ha in mano un cestino con dentro due bottigliette, una di olio e l’altra di vino, a ricordare la povertà della tavola quaresimale e il sangue di Cristo. Nell'altra mano, un’arancia con sette penne conficcate per rappresentare i peccati di gola e le sette settimane di digiuno. Appesa al collo una collana formata da sette taralli e sette spicchi d’aglio che allontana gli spiriti maligni.
 
I fantocci, egregiamente realizzati a mano, possono essere ammirati in Via Guarini, Piazza Mercato Vecchio, Via Fogazzaro, Via S. Teresa, Via del Balì, Via Latorre e Via Madonna della Stella.
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Marinelli Rossano

    Quindi a quanto pare il caldo che provoca i guasti ai semafori dura da più di un anno!

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Speriamo che questa volta,con questo progetto di educazione ambientale, il coinvolgimento delle scuole,finora specialiste di insuccessi,riesca a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!