Pronta la mostra fotografica “Tu chiamale se vuoi...Emozioni”

di Redazione Go Fasano lunedì, 10 aprile 2017 ore 15:50

L'inaugurazione questa sera, presso l'Arco del Balì

FASANO- L’ Associazione Culturale “Calliope”, presieduta da Mariateresa Maggi e la fotografa Freelance Annarita Casale, organizzano la VI Edizione della Mostra Fotografica “Tu chiamale se vuoi… Emozioni”- “Dalla Quaresima alla Pasqua: riti e tradizioni”, con il Patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Brindisi e del Comune di Fasano.

La mostra sarà aperta ai visitatori dal 10 al 18 aprile dalle ore 18.00 alle ore 21.00 presso l’ Arco del Balì (Centro Storico). Come sempre, annessi alla mostra fotografica, una serie di eventi quest’ anno sui riti e tradizioni della Settimana Santa.

Sono in programma vari appuntamenti culturali: il 10 aprile, ore 19.00, l' inaugurazione Mostra e intrattenimento musicale a cura della "Calliope Live Band". 12 aprile, alle ore 19.30: Tradizioni religiose della Settimana Santa a cura della prof.ssa Palmina Cannone. Drammatizzazione "Tragedia e poesia popolare del Calvario".

Il 15 aprile, ore 23.45: "La Quarantana in fiamme" a cura dell' associazione "U'mbracchie" e "U' Sabbàte Sànte" a cura dell' UTL. Il 18 aprile, ore 20.00: serata di chiusura, consegna attestati e "Premio Giuria Popolare" con la partecipazione del Gruppo Folk "U Panaridd" di Pezze di Greco e gli "Ambasciatori Meridionali".

L'ingresso è libero e si ringraziano di cuore i partners dell' evento per la gentile collaborazione: La Confraternita di San Giuseppe, l' Università del Tempo Libero- S. Francesco d' Assisi, l' associazione "U'mbracchie", il gruppo folk di Pezze di Greco "U Panaridd", "Fantasia" di Camilla Pistoia.

 

Tempo stimato di lettura: 20''  

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • saracino francesco

    come diceva il grande TOTO" : ma mi faccia il piacere!!!! Signori organizzatori la prossima volta invitate talenti della nostra terra.

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Non resta che unire la nostra indignazione e la nostra rabbia a quelle del Sindaco giustamente sempre più scoraggiato,ma che non demorde per...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!