L’associazione fasanese “Gli amici di Giůŕannčedd” impegnata a Ceglie Messapica

di Redazione Go Fasano venerdě, 1 dicembre 2017 ore 05:55

Domenica proporrà la commedia “àa màassàarèe”

MONTALBANO - L’Associazione teatrale amatoriale in vernacolo e non “Gli amici di Giùàannèedd” di Montalbano, da poco premiata a livello nazionale con il Premio Bandiera Verde Agricoltura 2017 promosso dalla C.I.A. – Agricoltori Italiani, presenterà domenica prossima 3 dicembre (ingresso ore 19, sipario ore 20) a Ceglie Messapica, presso il Centro Socio Ricreativo Culturale per Anziani (in via Maresciallo Maggiore) la sua commedia “àa màassàarèe” (La Masseria), che sarà riproposta dai bambini e ragazzi della associazione.
 
L’iniziativa rientra tra le prime manifestazioni natalizie in programma nella cittadina messapica.
 
A rappresentare la originale commedia saranno i bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 15 anni che si sono innamorati del vernacolo e che fanno parte del progetto “ragazzi” promosso dalla associazione, presieduta da Mina Schiavone.
 
L’obiettivo del progetto ragazzi è quello di tramandare il vernacolo ma anche le tradizioni, gli usi, i costumi della cultura contadina locale ai più piccoli, alle donne e agli uomini di domani.
 
L’opera “àa màassàarèe” (La Masseria) è stata ideata nel 2011 dal regista Piero Sabatelli e e presentata al pubblico dal gruppo adulti nel 2012. Oggi viene riproposta dai bambini e dai ragazzi.
 
È una commedia che riporta cenni di una storia contadina realmente accaduta,  ambientata negli anni compresi tra il 1940 e il 1960 in una masseria della zona tra Fasano e Ostuni, che viene ereditata da don Antonio, appartenente ad una famiglia nobile del tempo.  Don Antonio, però, con i suoi vizi e le compagnie sbagliate rischia di perdere, a causa del gioco e della bella vita, tutte le sue proprietà, e per evitare ciò è costretto a sposare donna Gisella, una ricca ma anziana donna di Ostuni. Intrighi familiari e non rendono questo racconto appetibile tra mille equivoci e tanti aneddoti di vita quotidiana. 
 
L’Associazione teatrale amatoriale in vernacolo e non “Gli amici di Giùàannèedd” di Montalbano di Fasano è stata una delle 3 realtà pugliesi (unica associazione culturale su tre in tutta Italia) ad aver ottenuto a livello nazionale il Premio Bandiera Verde Agricoltura 2017, il riconoscimento - promosso da C.I.A. - Agricoltori Italiani -  assegnato a chi, col proprio lavoro, si è distinto nella valorizzazione di eccellenze legate all’agricoltura, l’enogastronomia, l’innovazione e la sostenibilità del comparto primario. 
 
Questa la motivazione con la quale è stato assegnato il premio nazionale nella sezione Agri-Folk:
 
“Nata nel dicembre del 2010, l’Associazione Teatrale Amatoriale in vernacolo e non “Gli Amici di Giùàannèedd” promuove e diffonde la cultura e l’arte del teatro, ispirando la sua attività alla valorizzazione del territorio, in particolare dell’agricoltura, degli usi, dei costumi, delle tradizioni agricole passate, della cultura agricola.
L’associazione ha sede nel comune di Fasano, in un territorio a forte vocazione agricola noto a livello internazionale per gli ulivi millenari, per i prodotti orticoli di eccellenza e per l’olio extravergine di oliva di qualità che vengono esportati in tutto il Mondo, oltre che per un paesaggio rurale e per gli insediamenti rupestri che rappresentano una forte attrazione turistica, con la presenza di decine e decine di aziende agrituristiche, di centinaia di masserie ancora abitate.
Tra i soci fondatori ed aderenti alla associazione vi sono molti agricoltori, imprenditori agricoli e  braccianti agricoli, la maggior parte impegnati anche direttamente nella recitazione.
Le numerose commedie inedite fino ad ora portate in scena dall’associazione sono il frutto della fantasia e dell’amore per la propria terra, per le tradizioni, per l’agricoltura. In ogni opera teatrale ideata e realizzata dall’associazione non mancano, inoltre, figure legate la mondo contadino e cenni di storie contadine avvenute nel secolo scorso. La maggior parte delle opere sono ambientate in masserie, ed hanno quasi sempre come attore principale “u massàre” ovvero il custode della masseria. Un esempio vincente che ha saputo, con successo, legare l’arte del teatro con il mondo della cultura e delle manifestazioni popolari rappresentative del territorio”.
 
La Associazione “Gli Amici di Giùàannèedd” è fortemente impegnata nella valorizzazione del territorio, in particolare della agricoltura, degli usi, dei costumi, delle tradizioni agricole passate, della cultura agricola, nella promozione di prodotti agricoli locali tipici e nella valorizzazione della biodiversità. La Associazione dal 2016 ha, inoltre, istituito anche una sezione teatrale riservata ai più piccoli - una ventina di bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 15 anni - proprio con l’obiettivo di tramandare il vernacolo ma anche le tradizioni, gli usi, i costumi della cultura contadina locale ai più piccoli, alle donne e agli uomini di domani. 
 
Tempo stimato di lettura: 2’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Ma la distanza fra 4.000 e 15.000 č notevolissima. Č evidente che qualcuno sta mentendo senza paura di offuscare o giocarsi la propria credibilitŕ,...

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Concordo perfettamente che l'attuale Amministrazione faccia bene a mandare via la Tricom,sia per far risparmiare milioni di Euro e soprattutto per...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!