Falò di San Giuseppe, così Fasano ha salutato l'inverno

di Redazione Go Fasano martedì, 20 marzo 2018 ore 06:25

Canti, balli e cibi buoni per rinnovare la tradizione pugliese LE FOTO

FASANO -  Si è rinnovata ieri sera, lunedì 19 marzo, nel centro storico di Fasano, la tradizione del falò di San Giuseppe. La ricorrenza mescola insieme tradizioni cristiane e riti pagani, celebrando il passaggio dall’inverno alla primavera. L'inizio della primavera, nell'antichità, veniva accolto con il fuoco, sinonimo di purificazione, in grado di allontanare gli spiriti negativi e di augurare prosperità e fertilità. L'inverno, in tutta la regione Puglia, veniva rappresentanto da un fantoccio che veniva fatto bruciare per inaugurare il tanto atteso periodo primaverile.

Tradizione che si rinnova ancora oggi, come accaduto anche a Fasano. Il tutto si lega e coincide con la tradizione cristiana dei giorni di Quaresima, giorni di privazione, che si oppongo al periodo di fasti e abbondanza del Carnevale, e precedono la Pasqua. Nei vicoli della città si possono ancora notare le "Quarantane" che simboleggiano quanto appena descritto.

Durante la serata, oltre al tradizionale falò, è stato possibile ammirare canti e balli di un gruppo facente parte dei figuranti della Scamiciata del Giugno Fasanese, e assaggiare prodotti tipici locali come le friselle nostrane condite con pomodoro regina, fave, cicorie, olio e stracciatella prodotta dai caseifici fasanesi. Molta gente ha animato il piazzale antistante la chiesa Matrice, intrattenendosi fino a serata inoltrata.

Una meavigliosa ricorrenza del nostro territorio e di tutta quanta la regione pugliese, simbolo di quell'indissolubile legame alle tradizioni passate.

Tempo di lettura stimato: 40"

 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Passiatore Giovanna

    Ci lamentiamo sempre di tutto. Ci sono strade da rifare, scuole da ristrutturare, illuminazione carente ecc.ecc. Però al divertimento non sappiamo...

    Mostra articolo