Fasanomusica: chiusura di stagione con il trio Bacchetti-Nova-Kiritchenko

di Dino Cassone lunedì, 21 maggio 2018 ore 05:55

Ultimo concerto al Teatro Sociale dell’edizione numero trentacinque. LE FOTO

FASANO – Si chiude con un’altra raffinata esibizione la 35a Stagione Concertistica di Fasanomusica. Ieri sera (20 maggio) sul palco del Teatro Sociale si è esibito il trio composto da Andrea Bacchetti al pianoforte, il flautista Giuseppe Nova e Igor Kiritchenko al violoncello. 
 
Tre straordinari musicisti riuniti – come accadeva nel ‘700 – a fare musica da camera, accompagnando il pubblico in una sorta di viaggio intriso di sentimento che ha spaziato dalla fantasia musicale di Haydn alla sensualità di Piazzolla, passando per l’incanto di Schumann e il virtuosismo di Popp.
 
Nel dettaglio il trio ha eseguito in apertura di concerto il “Trio n.28 in re maggiore Hob. XV:16” (Allegro moderato, Allegretto in mi minore e Allegro) e il “Trio n.29 in sol maggiore Hob. XV:15” (Allegro, Andante e Finale.Allegro moderato), entrambi composti da Joseph Hydn. A seguire i tre movimenti della “Fantasiestücke – Op. 73 per violoncello e pianoforte” composta da Robert Schumann ed eseguita dai soli Bacchetti e Kiritchenko; la “Fantasia di Giuseppe Verdi sull’opera Rigoletto – Op. 335 per flauto e pianoforte” scritta da Wilhelm Popp ed eseguita sempre da Bacchetti accompagnato questa volta da Nova. In chiusura di concerto, di nuovo in trio, “Inverno Porteño” e “Primavera Porteña” (riproposta nel bis) composte da Astor Piazzolla nel 1970.
 
In realtà la Stagione Concertistica di Fasanomusica prosegue durante l’estate con 3 appuntamenti fuori abbonamento, il primo dei quali sarà un concerto in beneficenza il prossimo 25 maggio, sempre al Teatro Sociale, con l’esibizione del duo composto dalla flautista Francesca Salvemini e la pianista Silvana Libardo.
 
Fotoservizio di Mario Rosato.
 
Tempo di lettura stimato: 40’’   
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È ormai diventata una frequente alternanza di notizie che ci presentano questa realtà: da una parte c'è chi non ha voglia di perdere l'abitudine di...

    Mostra articolo