“InCantaFaso”, trionfa la passione ed il talento delle giovani voci fasanesi

di Marisa Cassone lunedì, 18 giugno 2018 ore 06:00

Ieri, in Piazza Ciaia, spazio agli artisti fasanesi in occasione della Festa Patronale. LE FOTO

FASANO- Fasano ha talenti da vendere. Tanti sono stati infatti gli artisti che hanno calcato il palcoscenico di “InCantaFaso” ieri sera, domenica 17 giugno, in Piazza Ciaia in occasione della Festa Patronale.
 
Nato da un’idea del subcommissario del Comitato Feste Patronali Laura De Mola, sostenuta dal commissario straordinario Fabiano Amati e dal subcommissario Antonella Schena, lo spettacolo è stato uno spazio concesso ai talenti emergenti fasanesi per potersi esibire davanti ad un pubblico ma soprattutto al cospetto di esperti quali Ciro Greco, Domenico De Mola, insieme al cantautore Franco Fasano e al critico musicale Dario Salvatori.
 
La serata condotta magistralmente da Maristella Curri e Marco Mancini, si è aperta con il duo LeoGrande & Nilo, ovvero i giovani fasanesi Francesco Leogrande e Danilo Sabino, che hanno presentato il loro EP “Punto e Virgola”, proponendo al pubblico presente due brani, “E tu” e “Un giorno d’estate”. «”Punto e Virgola” perché questo rappresenta la fine di un percorso ma anche l’inizio di qualcosa di nuovo» hanno affermato i musicisti.
 
La kermesse canora si è poi suddivisa in due parti: uno spazio riservato ai Baby Talenti (fino a 12 anni) e uno ai cantanti dai 12 anni in su che hanno preso parte alla gara.
 
I piccoli hanno “divorato” la scena con la loro bravura, dimostrando già che il loro futuro artistico sarà sicuramente positivo: Alessio Pantaleo (11 anni) con “Water and a flame” di Cèline Dion, Ilenia D’Amico (10 anni) con “Ogni istante” di Elisa, Ilenia Sibilio (10 anni) con “Try” di Pink, Bea Laera (12 anni) con “Quando nasce un amore” di Anna Oxa, Simona Carrieri (12 anni) con “Sunny” e Antonella Mandolla (12 anni) con “Distratto” di Francesca Michielin.
 
“InCantaFaso” è poi entrato nel vivo con gli over 12. Emozioni, brividi, pura passione per la musica hanno letteralmente travolto il pubblico attraverso le intense voci dei cantanti nostrani. Ad aprire la gara è stata la 31enne Laura Cofano con “Adagio” di Lara Fabian, seguita da Francesca Gianfrate (18 anni) che ha proposto “Your Song” di Elton John, Alice Caroli (cantautrice e chitarrista) con “I walk on water” di Eminem e Beyoncè, la 22enne Francesca Pagnelli con “Cuore” di Rita Pavone, Maria Adele Divella con “Perfect” di Ed Sheeran, Marina Guarini (17 anni) che ha portato sul palco il brano “Ci vorrebbe il mare” di Marco Masini, la 15enne Federica Rubino con “Glitter and Gold” di Rebecca Fergusson, Maristella Curri con “I Surrender”, la 17enne Giusy Cesareo con “My Way” di Frank Sinatra, Giulia Zizzi (22 anni) con “Million Reasons” di Lady Gaga, Rossella Vinci con il brano “L’uomo che amava le donne” di Nina Zilli, Antonio D’Aprile (20 anni) con “Angels” di Robbie Williams, Pamela Di Bari con “Resta ancora un po’” di Emma Marrone, Vita Furio con “La cura” di Franco Battiato, Rossana Darcavio con la canzone “Quello che le donne non dicono” di Fiorella Mannoia, Francesca Schiavone con “Something's Got a Hold On Me” di Christina Aguilera, Maria Teresa Amato con il brano “La voce del silenzio” di Mina.
 
«Il nostro intento era quello di far conoscere le voci fasanesi» ha affermato Laura De Mola. «Fasano è una città meravigliosa anche con le sue contraddizioni – ha aggiunto Fabiano Amati - Ho chiesto alla protettrice di estrarre fuori dal pozzo la saggezza, l'equilibrio e l'autocritica. Il vostro contributo è un investimento nella potenza della nostra città. La Festa Patronale è la festa dell'orgoglio. Quello oggi su questo palco, rappresenta il nostro orgoglio, il nostro domani». Sono toccati poi ad Antonella Schena i dovuti ringraziamenti all’organizzazione e al presidente del consiglio comunale Vittorio Saponaro, i saluti da parte dell’Amministrazione.
 
Al termine di tutte le esibizioni, la parola è passata agli “osservatori speciali”: «Sono state proposte canzoni scelte con personalità e gusto» ha dichiarato Salvatori prima di assegnare dei riconoscimenti a chi si è distinto per qualche particolare dettaglio.
 
Una menzione per la presentazione e per la sua esibizione è stata assegnata a Maristella Curri, una a Simona Carrieri per l'interpretazione, una per l'originalità ad Alice Caroli, a Giulia Zizzi per la presenza scenica e a Francesca Schiavone per il timbro soul.
 
Un grande successo per la prima edizione di questo format tanto apprezzato che segnerà sicuramente un punto di partenza per i prossimi anni.

Fotoservizio di Francesco Schiavone 

 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Galasso Cosimo

    Voi pensate sepre a sistemare le strade piu pericolose sono daccordissimo ogni tanto pero fateni un giro fasano ostuni statale 16 ai birdi dellle...

    Mostra articolo