A Montalbano si lavora per organizzare la festa patronale

di Redazione Go Fasano domenica, 24 giugno 2018 ore 05:48
Le prime anticipazioni: il concerto finale sarà tenuto da Danilo Sacco
 

MONTALBANO – A Montalbano – frazione più a sud di Fasano – si lavora di gran lena per organizzare la festa patronale in onore della Madonna del Pozzo che si svolgerà come da tradizione nell’ultima settimana del mese di luglio.
 
A un mese dall’evento, il Comitato Festa Patronale - presieduto da Onofrio Zaccaria e composto da Giacomo Moretti, Mina Schiavone, Camilla Laneve, Vittoria Palermo, Margherita Laghezza, Piero Laghezza, Fedele Giannotte, Donato Mola e Quirico Antico - in stretta collaborazione con il parroco della frazione, don Gianluca Dibello,sta lavorando alacremente per organizzare l’evento più atteso dell’anno dalla intera comunità frazionale. Saranno diversi i giorni dei festeggiamenti con numerosi eventi sia religiosi che civili, con spettacoli e attrattive varie. 
 
Intanto la prima anticipazione certa è il concerto conclusivo della festa patronale che si terrà nella serata di lunedì 30 luglio nella piazza della frazione.
 
E a tenerlo sarà Danilo Sacco, il 53enne cantante e chitarrista italiano, una delle “voci” storiche dal 1993 al 2011 del noto gruppo dei “Nomadi”. In questi 18 anni intensa è stata la discografia dei Nomadi: “Contro”, “La settima onda”, “Lungo le vie del vento”, “Quando ci sarai”, “Le strade, gli amici, il concerto”, “Una storia da raccontare”, “Sos con rabbia e con amore”, “Liberi di volare”, “Amore che prendi amore che dai”, “Nomadi 40”, “Corpo estraneo”, “Con me o contro di me”, “Nomadi & Omnia Symphony Orchestra live 2017”, “Allo specchio”,“Raccontiraccolti”, “Cuore vivo”.
 
Dal 1º gennaio 2012, dopo diciotto anni, Danilo Sacco, ufficialmente, non è più il cantante dei Nomadi, ed esordisce come solista con, nel 2012 una decina di nuove canzoni fra cui un inedito scritto da Massimo Bubola; cover d'autore come “A muso duro” di Pierangelo Bertoli e personali interpretazioni di grandi successi dei Nomadi quali “Trovare Dio”, “La canzone della bambina portoghese”, “Asia, Auschwitz” e “Dio è morto”.
 
Sempre nel 2012 Sacco realizza un libro inedito scritto dal cantante in compagnia di Massimo Cotto, edito da Rizzoli intitolato “Come polvere nel vento. La vita, la strada, la musica”.
 
Nel 2013 Francesco Guccini annuncia a sorpresa che sarà proprio Danilo Sacco a portare in giro per l'Italia il suo repertorio storico.
 
Per Sacco il 2014 è l'anno del suo secondo album da solista "Minoranza rumorosa", lavoro che vuole condividere il messaggio di «esprimere le proprie idee senza timore».
 
Tempo stimato di lettura: 40’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • del vecchio gianni

    ordinanza tardiva ( l'estate inizia il 21/6) e non esaustiva. Mi dica, infatti, Sig. Sindaco come si deve comportare un direttore di un locale che...

    Mostra articolo