"Voci dal Mondo", due interessanti concerti al Minareto

di Redazione Go Fasano giovedì, 28 giugno 2018 ore 05:50

Il progetto è finanziato dal "Programma straordinario annuale in materia di spettacolo" della Regione

FASANO - Il Minareto, villa in stile moresco edificata da Damaso Bianchi a Selva di Fasano ospita due interessanti concerti inseriti nella rassegna “Voci dal Mondo” curata da Xenia performing arts, con il polistrumentista pugliese Giovannangelo De Gennaro (venerdì 29 giugno) e la cantante e compositrice tunisina, icona della Primavera Araba, Emel Mathlouthi (sabato 30 giugno).

Il progetto “Voci dal Mondo” è finanziato dal "Programma straordinario annuale in materia di spettacolo" della Regione con lo scopo di fare della Puglia un crocevia al centro del Mediterraneo dove è possibile sfidare l’idea che le differenze tra Occidente e Oriente comportino necessariamente ostilità, favorendo scambi ed intrecci tra i popoli che si affacciano sul "mare di mezzo" e tra quelli che in qualche modo lo attraversano.

Venerdì 29 giugno (ore 21 - ingresso 5 euro) spazio alla presentazione di “Via - Immagini sonore di un Viandante”, primo lavoro solista del musicista pugliese Giovannangelo De Gennaro (voce, viella, cornamusa, ciaramella, flauto traversiere e organistrum) distribuito dalla Radici Music Records di Firenze. «Un disco nudo che racconta quello che sono, corpo e anima in un vestito che muta nel tempo -  scrive De Gennaro - l'essenza di una vita presente che vuole dissetarsi per non seccare e morire per sempre. Un viaggio musicale pieno d'incontri, conoscenza, silenzi e dialogo». Musica medievale, etnica, sperimentale e contemporanea sono gli elementi di questo album, le cui composizioni melodiche sono sovraincise con copie di strumenti medievali, polifonie e voci in dialogo tra assonanze e dissonanze, monodie suonate ripetutamente dagli stessi strumenti. Sonorità che rievocano ricordi e immagini dei cammini dell'autore, che ha scelto il muoversi a piedi come stile di vita, pratica che ha adottato negli ultimi diciotto anni e che lo pone in contatto con la natura, con se stesso e con la sua musica.

Sabato 30 giugno (ore 21 - ingresso 12 euro) l'atteso concerto di Emel Mathlouthi, cantante e compositrice tunisina che torna in Italia con il suo secondo album "Ensen", uscito nel 2017 per Partisan Records. Nata e cresciuta a Tunisi, ben presto le sue canzoni vengono censurate in tutto il paese per effetto della dittatura culturale e politica. Così, nel 2007, Emel parte alla volta di Parigi dove esplode il suo talento compositivo. Nel 2008 canta Kelmti horra (La mia parola è libera) durante la Rivolta dei Gelsomini, diventando un’icona della Primavera Araba, di cui Klemti horra diventa ben presto l’inno. Oggi Emel vive a New York, dove continua a far valere la sua voce in nome della verità. "Ensen" è un disco che attraversa i confini della musica, un universo sonoro che spazia dai ritmi e dagli strumenti tradizionali del Nord Africa alle sonorità elettroniche fino alle avanguardie d’impronta nordeuropea. Un album sui generis in cui l'artista rivisita e fa sua la ricca tradizione pop del Maghreb, cantando la maggior dei suoi brani rigorosamente in arabo e utilizzando la voce come strumento per entrare in connessione con il pubblico di tutto il mondo.

«Con prestigiosi spettacoli di qualità come quelli del prossimo fine settimana - ha dichiarato il Sindaco Francesco Zaccaria – intendiamo garantire alla nostra collina iniziative di grande spessore culturale anche durante questa estate. Del resto sin dallo scorso anno questa Amministrazione ha pensato al rilancio della selva attraverso la valorizzazione degli immobili comunali: abbiamo affidato per venti anni la Casina Municipale e per nove l’immobile di viale del Leccio (questo per farne un ristorante), mentre è in corso la sostituzione delle lampade della pubblica illuminazione in tutta la Selva con le moderne e più efficaci luci a led che danno un aspetto più elegante ai viali. Iniziative imprenditoriali e strutture ricettive che avviano l’attività - continua Zaccaria - sono segnali di un ritrovato interesse verso la collina nostrana. I concerti della rassegna “Voci dal mondo” inseriscono Fasano e la Selva in un circuito culturale regionale di ampio respiro e di notevole interesse».

I biglietti di ingresso ai concerti potranno essere acquistati direttamente al botteghino del Minareto a partire da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli. Info: 3932583180 - info@xeniaperforming.com
 

Tempo di lettura stimato: 50"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Sarebbe bene anche interrogarsi sulle ragioni e sui motivi che fanno crescere il nazionalpopulismo e domandarsi quanto sbagliate siano state le...

    Mostra articolo