Fasanomusica 2018: un occhio al futuro «con un cuore antico»

di Dino Cassone lunedì, 1 ottobre 2018 ore 05:40

Presentato il cartellone dell’edizione numero trentasei, anche quest’anno ricco e vario

FASANO – «Fasanomusica guarda al futuro con un cuore antico». In queste parole di Emma Castellaneta, vicepresidente del sodalizio, si può racchiudere lo spirito della nuova Stagione Concertistica di Fasanomusica, il cui programma è stato presentato ieri sera (30 settembre) presso il ristorante “Il Fagiano” a Selva di Fasano. Presenti il vicesindaco Giovanni Cisternino e il consigliere regionale Fabiano Amati

Ad aprire la serata è stata la presidente del sodalizio, Mariolina Patronelli Castellaneta che ha ringraziato tutti i sostenitori, sempre più numerosi, nonostante siano trascorsi ben trentasei anni dalla prima edizione. La parola è passata quindi alla vicepresidente che ha sottolineato come «uno degli obiettivi di quest’anno è continuare a destagionalizzate la programmazione, inserendo nell’abbonamento tre spettacoli “nei luoghi d’arte” che tanto successo hanno avuto nella passata edizione». Altro obiettivo inoltre è stato quello di consolidare la partnership con le realtà locali e regionali, come ad esempio con l’Istituto Alberghiero di Fasano per una delle belle novità in programma, il “Rossini Gourmet”, o il liceo “Leonardo da Vinci” la cui dirigente, Stella Carparelli, è intervenuta per illustrare quelli che sono stati i feedback relativi alla scorsa stagione.

Come di consueto è toccato al giornalista Ugo Sbisà analizzare il ricco programma. Si comincia il 16 novembre con l’Orchestra Metropolitana di Bari con un “Omaggio a Rossini”.  Quindi il 30 novembre con il recital del soprano Maida Hundeling accompagnata al pianoforte da Galina Alechkevitch. Primo appuntamento con il “pop d’autore” il 13 dicembre con il concerto di Giovanni Caccamo. Come da tradizione, il 3 gennaio avrà luogo il Concerto di Capodanno con l’Odessa Philarmonic Orchestra diretta da Hobart Earle e che vedrà come solista pianista Alexander Romanovsky. L’11 gennaio spazio alla danza con la RBR Dance Company che si esibirà nello spettacolo dal titolo “Indaco e gli illusionisti della Danza”. Ancora musica d’autore il 25 gennaio con il fresco vincitore del “Premio Tenco”, Fabio Cinti, che omaggerà il maestro Franco Battiato con il concerto dal titolo “La voce del padrone. Un adattamento gentile”. Ancora un omaggio, questa volta alla poetessa Alda Merini, il 15 febbraio; in scena Giovanni Nuti e Monica Guerritore con “…Mentre rubavo la vita…!”. In esclusiva regionale il 22 febbraio ci sarà il percussionista Simone Rubino con lo spettacolo “Immortal Bach – Tradizione e innovazione”. Il 12 marzo sarà la volta dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli diretta dal giovane Michele Nitti che ospiterà il solista violinista Ziyu He. Ancora un ensemble di strumentisti il 14 marzo con l’Ukrainian Chamber Orchestra che avrà come ospite d’eccezione il primo clarinetto dell’Orchestra della Scala, Fabrizio Meloni. Si ritorna alla musica pop il 29 marzo con “Sbalzi d’amore in tour” di Simona Molinari. Non poteva mancare “Il grande jazz” con il duo Paolo Fresu e Gianluca Petrella in scena l’11 aprile.

Quattro gli appuntamenti fuori programma: il 13 aprile con il matinèe della Junior Orchestra diretta da Teresa Satalino; il 30 aprile con il musical “Matilda” a cura della Compagnia “Glitter” diretta da Teresa Cecere; il 16 maggio con il “Trio terzo tempo” composto da Alice Caroli, Francesco e Mario Caramia che si esibiranno nel concerto “La macchina del tempo”; in data da definire il duo violino-pianoforte composto da Paride Losacco e sua madre Fiorella Sassanelli.

Tre le domeniche al Teatro Sociale: il 5 maggio con il duo pianistico composto da Marco Sollini e Salvatore Barbatano; il 12 maggio con il “Duo des Alpes” composto da Claude Martino Hauri e Corrado Greco; il 19 maggio con la pianista Eloisa Cascio. Infine i tre appuntamenti “nei luoghi d’arte” (Lama d’Antico e il Parco Archeologico d’Egnazia): l’11 luglio lo spettacolo “Mutawassitia” (Canzoni e Rituali) con Nabil Bey e Gianni Lenoci; il 17 luglio The Bumps con “Canzoni da sogno”, ospite d’eccezione Anita Vitale, e il 18 luglio il Canzoniere Grecanico Salentino.

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Vinci Franco

    Praticamente la ss 172 parte dall' agip e nn da dopo patronelli per l'anas e le istituzioni varie, quella strada nn viene messa in...

    Mostra articolo