I muretti a secco della Puglia candidati a Patrimonio dell'Unesco

di Krizia Ricupero mercoledì, 29 marzo 2017 ore 04:28

L'importante riconoscimento potrebbe arrivare nel 2019

DALLA PUGLIA- Potrebbe arrivare un nuovo riconoscimento per la Puglia e per i suoi tipici muretti a secco. L'Italia ha infatti indicato questa millenaria tradizione  regionale fra i tesori da tutelare nel patrimonio immateriale dell'Unesco, insieme alla cultura del tartufo e al rito solenne della Perdonanza celestiana, un evento storico-religioso che si svolge all'Aquila.

Simbolo dei paesaggi pugliesi, in particolare di quelli salentini e della Valle d'Itria, i muretti a secco, rientrano nella candidatura multinazionale della “Tecnica dei muretti a secco” in agricoltura e che ha avuto come capofila Cipro e come partner Grecia, Spagna, Francia, Svizzera e appunto Italia.

La decisione finale arriverà solo nel 2019, dopo che l'apposita commissione Unesco avrà svolto i sopralluoghi nelle aree indicate che potrebbero cominciare nel 2018. La tradizione dei muretti a secco, realizzati per dividere gli appezzamenti di terreno, interessa non solo la Puglia ma anche la zona della Costiere Amalfitana, Pantelleria e le Cinque Terre in Liguria.

Già da tempo queste particolari costruzioni sono tutelati dalla Forestale, da chi tenta di distruggerli o smantellarli per portare via le pietre.

Se la candidatura dei muretti a secco fosse accolta dall'Unesco, si allungherebbe l'elenco dei Patrimoni dell'umanità presenti in Puglia: Castel del Monte e i trulli di Alberobello sono diventati patrimonio Unesco nel 1996, mentre il santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant'Angelo dal 2011. Il primo sito del Sud Italia iscritto nel patrimonio dell'Unesco furono i Sassi di Matera nel 1993.

L'importante riconscimento permetterà di tutelare maggiormente un simbolo storico e culturale del nostro territorio, frutto di un'antica arte, tramandata nei secoli di padre in figlio.

 

Tempo stimato di lettura: 30''

 

 

 

 

 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Dibiase Giovanni

    mentre a Fasano, in via Bari Evoli siamo stati al buio per tutta l'estate.

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Fatti e situazioni noti da tempo ma rimasti dormienti fino a questa denuncia a dir poco scandalosa.Un pezzo di città abbandonato a se stesso,un...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!