Dopo i "padroni" di Torre Canne, ricordiamoci di chi occupa i parcheggi per le auto

di Marco Mancini martedì, 7 agosto 2018 ore 05:00

E' il momento di rammentare a qualcuno che esistono delle regole valide per tutti

FASANO - Bene ha fatto la Capitaneria di Porto a portare avanti l'operazione che nelle scorse ore (LEGGI QUI) ha visto il sequestro di sdraio ed ombrelloni, utilizzati dai bagnanti per "prenotare" il posto migliore sulle spiagge fasanesi. E' un'abitudine che va avanti da anni, un malcostume che obbliga chi arriva alle prime ore luci dell'alba sulla costa di Torre Canne a doversi spostare altrove. Tutto questo accade - accadeva (si spera!) - su spiaggia libera, pubblica e accessibile a chiunque. Finalmente dunque nelle scorse ore è stata ristabilita la normale fruizione della costa. Era stata la nostra testata a denunciare, dopo la segnalazione di molti cittadini, il ripetersi di questa spiacevole situazione (LEGGI QUI).

Adesso, però, proviamo ad andare oltre. Se da un lato Torre Canne è costantemente "vittima" di quanto abbiamo appena descritto, anche a Savelletri non manca una buona dose di inciviltà. In entrambe le frazioni marittime, infatti, residenti e villeggianti hanno la pessima abitudine di posizionare sedie, piante o tavoli di plastica dinanzi alle loro abitazioni - alcuni addirittura piccoli barbecue - su quello che dovrebbe essere parcheggio libero per gli automobilisti. Questo non aiuta la già difficile situazione del traffico veicolare in entrambe le frazioni, soprattutto in questo periodo e bisogna ricordare che anche questo comportamento si denota come occupazione abusiva di suolo pubblico. Molto spesso gli automobilisti, specialmente qualche turista meno avvezzo a questi strani modi nostrani, si ritrovano a doversi scontrare con coloro i quali rivendicano il "diritto" di avere la parte antistante il marciapiede di casa completamente libera, in ossequio a non si sa quale disposizione di legge vigente. Chiaramente tutto ciò non vale quando in quella strada è previsto il divieto di sosta e/o fermata ed anche in quel caso nessuno autorizza la gente ad occupare suolo pubblico. 

Tutto ciò, è bene di ricordarlo, non avviene solo nelle frazioni. Accade anche quotidianamente, in pieno centro a Fasano. 

Di comportamenti incivili, in questo paese, se ne potrebbero elencare molti. L'altro lato della medaglia ci mostra come si riscontri costantemente anche la presenza di parcheggi selvaggi in entrambe le frazioni. Tutto questo, molte volte, oltre che conseguenza di comportamenti incivili è causato dalla mancanza di sufficienti controlli su tutto il territorio comunale: vero è anche che è nel nostro DNA non avere l'abitudine di farci una passeggiata di cinque minuti, dieci al massimo, lasciando l'auto in periferia e raggiungendo il centro a piedi. Ciò farebbe bene alla salute e poi anche alla città.

Altro serio problema è la continua presenza di rifiuti su tutta la costa, scogliera compresa, abbandonati da bagnanti che probabilmente sono abituati a comportarsi in questo modo o semplicemente ignorano l'esistenza di regole di civile convivenza. Basta farsi una passeggiata durante il tramonto sulla litorale Savelletri-Torre Canne per accorgersi di tutto quello che viene abbandonato in riva al mare.


La speranza è che, sopratutto in vista delle notti di San Lorenzo e di Ferragosto, i controlli continuino a far fioccare sanzioni per questi comportamenti che oramai non possiamo tollerare più. Perchè possiamo decidere se abituarci a questi usi e costumi o cominciare seriamente ad alzare la testa per ristabilire un profondo senso di legalità in questo paese. Dirci chiaramente che esistono dei modi consoni per abitare e godere della propria città, regole alle quali nessuno puo' sottrarsi e che farebbero vivere meglio tutti quanti.
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Galasso Cosimo

    Voi pensate sepre a sistemare le strade piu pericolose sono daccordissimo ogni tanto pero fateni un giro fasano ostuni statale 16 ai birdi dellle...

    Mostra articolo