Il consigliere Scianaro interviene sulla bocciatura della mozione “Rottamazione”

di Redazione Go Fasano sabato, 24 dicembre 2016 ore 08:26

La mozione non è passata durante lo scorso consiglio comunale

FASANO- A seguito della bocciatura nel cosniglio comunale che si è svolto il 21 dicembre scorso da parte della maggioranza di centro sinistra della mozione sulla rottamazione dei debiti tributari, il consigliere Antonio Scianaro si pone degli interrogativi: “mi sono chiesto o i consiglieri comunali non hanno letto il provvedimento licenziato dal governo Renzi o non conoscono la materia che ha disciplinato la riscossione dei tributi nella nostra città. Spero che delle due sia vera la prima, nel senso che non conoscono nulla in merito alla rottamazione. Questa opportunità concede la possibilità ai cittadini di estinguere le pendenze tributarie e non, dal 2001 al 2016 nei confronti di Equitalia. In questo periodo il Comune di fasano si è avvalso per una parte di Equitalia e per un'altra della Tricom, quindi se un fasanese volesse estinguere le sue pendenze deve attivare la procedura per il primo periodo con Equitalia e per il secondo periodo con la Tricom ...Mentre per la prima parte, il tutto lo ha già regolamentato l'ex governo Renzi di centro sinistra, per la seconda definizione lo deve regolamentare questa amministrazione comunale sempre di centro sinistra. 

In pratica se l'amministrazione non redige il regolamento, ai cittadini verrebbe preclusa tale opportunità, risparmiando sanzioni e interessi. Il regolamento dev'essere redatto entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione con tutte le difficoltà che comporterà una puntuale e precisa regolamentazione (tipologie di entrate, tempistica, rateizzazione, ricorsi, ecc. ecc ...)  

 Smentisco le dichiarazioni del sindaco che quanto evidenziato tratta di : "mozioni che replicano l'attività amministrativa già svolta ". Non c'è traccia ti atti di indirizzo politico in tal senso. Dal 24 novembre 2016 data di presentazione della mozione a ieri, il sindaco e la sua maggioranza avrebbero potuto predisporre un regolamento. Questa è pura contrapposizione pregiudiziale, contro quei principi di apertura e costruttivo confronto da lui sbandierati nel giorno del suo insediamento. A questo aggiungo che lo stesso Renzi è stato fautore di tale provvedimento in quanto darebbe ossigeno puro alle casse comunali e invece constato che l'amministrazione dello stesso colore politico vota contro. Se questo atteggiamento di coscienze addormentate, di elencare problemi senza risolverli, se il tutto deve restare sui tavoli a prendere polvere, allora credo che tale comportamento sia davvero da dilettanti e irresponsabili”.

 

Tempo stimato di lettura: 40''

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • guarini nunzio

    c'è ancora qualche ingenuo che crede che ci sia qualche straccio di differenza fra destra e sinistra............poverina!!!!!!

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Credevo di essere stato solo a spendere qualche parola per una diversa attenzione a difendere l'ambiente e il decoro urbano che impattano...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!