Il Movimento 5 stelle interviene sull'affidamento dei servizi di comunicazione del Comune

di Redazione Go Fasano giovedì, 23 febbraio 2017 ore 07:46

Pronta la precisazione dell'Amministrazione comunale

FASANO- Gli attivisti del Movimento 5 stelle di Fasano sono intervenuti a proposito dell'affidamento dei servizi di comunicazione esterna e interna del Comune di Fasano chiedendo all'amministrazione di indiire un avviso pubblico di selezione con procedura a ribasso, piuttosto che un incarico con impegno finanziario fisso.

“Partendo dal presupposto che noi attivisti del Movimento 5 stelle Fasano riteniamo eccessiva la cifra di 36 mila euro, a cui vanno aggiunti oneri per arrivare alla cifra complessiva di 43.920 euro - si legge in una nota dei grillini fasanesi - , stanziati per l'affidamento dei servizi di comunicazione interna ed esterna all' ente comunale, teniamo a ricordare che il comune di Fasano dispone e paga già un ufficio stampa per le stesse funzioni, e che poco tempo fa la stessa amministrazione ha negato lo streaming dei consigli comunali per ragioni economiche, nonostante il costo di quest' ultimo fosse nettamente inferiore rispetto a questo servizio, e nonostante fosse previsto dal programma portato dal Sindaco Zaccaria e dalla maggioranza. Chiediamo quindi - prosegue la nota - che, dato il momento economico non certo felice né per il comune né per i cittadini fasanesi, venga indetto un avviso pubblico di selezione con procedura a ribasso, piuttosto che un incarico con impegno finanziario fisso. Chiediamo, inoltre, che l' operatore economico a cui verrà affidato il "Servizio di supporto tecnico e di consulenza specialistica per la fornitura di servizi di comunicazione a supporto dell' ufficio Relazioni con il pubblico e comunicazione istituzionale", non abbia mai avuto incarichi da partiti o forze politiche nazionali e non. Il Soggetto in questione non deve aver mai fatto parte di Staff comunicazione, di gruppi politici regionali, parlamentari o parlamentari europei, o avuto collaborazioni con singoli politici nell' esercizio del loro mandato, al fine di ovviare eventuali manovre di propaganda politica e di distorsione della realtà, a spese dei cittadini. Ci aspettiamo quindi - concludono - che la scelta venga fatta solo ed esclusivamente sulla base di competenze, e che tale servizio possa servire per comunicare in maniera oggettiva e neutrale tutte le attività dell' ente”.

Pronta la precisazione del Comune.

«Il bando – precisa Cinzia Caroli, assessore alla Comunicazione e relazioni col pubblico - non è certo uno strumento di propaganda politica, semmai risponde all’esigenza oggettiva di assicurare al Comune ed ai cittadini alcuni servizi previsti dalla normativa di settore e dal programma di mandato dell’Amministrazione comunale: servizi che vanno nella direzione di rendere quanto più trasparente possibile l’attività amministrativa e di aiutare gli stessi cittadini nel disbrigo di pratiche più complesse. Non è un caso – annuncia l’assessora Caroli – che la ditta aggiudicataria del servizio dovrà gestire, oltre all’attuale Ufficio relazioni col pubblico, anche l’ufficio online Reclami e il Punto di accesso assistito, entrambi di prossima istituzione, ai quali i cittadini potranno rivolgersi per segnalare disservizi o per essere aiutati nelle procedure da seguire per usufruire dei servizi offerti dal Comune, al fine di evitare il peregrinare dei cittadini di ufficio in ufficio. Ma non solo. La ditta aggiudicataria dovrà anche gestire i social network istituzionali Facebook e You Tube per fornire un’informazione tempestiva ed interattiva anche per lo streaming, che non abbiamo negato ma che abbisogna di un supporto tecnologico di prossima implementazione; peraltro, la ditta aggiudicataria – sottolinea l’assessora Caroli – dovrà anche occuparsi della predisposizione di materiale illustrativo dei servizi offerti dall’Ente ed anche gestire campagne di promozione del territorio, di eventi, di progetti e di servizi ideati o offerti dal Comune. Il bando? Abbiamo previsto che l’aggiudicatario presentasse sia un’offerta economica al ribasso che un’offerta migliorativa rispetto a quanto da noi stabilito nel bando stesso».

All'8 febbraio, data di scadenza per la presentazione delle manifestazioni d’interesse, sono giunte a Palazzo di Città 11 proposte di altrettante ditte interessate all’Avviso pubblico.

Tempo stimato di lettura: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Ciaccia Daniele

    E' vero, ci sono troppi irresponsabili che un per motivo incomprensibile, sporcano questa "meravigliosa città", la sola vista di tutta questa...

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    Ma si ripete sempre più spesso questa situazione allarmante figlia del NO culturale e non di quello politico.Leggi comunali,decreti,multe per i...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!