Città dei giovani: interrogazione di Forza Italia

di Redazione Go Fasano martedì, 11 luglio 2017 ore 07:14
Presentata da Lello Di Bari e Laura De Mola
 

FASANO – I consiglieri comunali Lello Di Bari e Laura De Mola del gruppo consiliare di Forza Italia hanno presente al presidente del consiglio comunale Vittorio Saponaro una interrogazione avente ad oggetto “iter proposta intervento della società Costruzioni Viedo srl”, ovvero il mega progetto dell'imprenditore Fabio Ghirelli che prevede la realizzazione nell’area della ex Metalsiderurgica Liuzzi di centinaia di appartamenti a prezzi agevolati (sono un migliaio le manifestazioni di interesse per tali appartamenti). L’iter di questo progetto pare si sia rallentato, ecco perché i consiglieri forzisti Di Bari e De Mola hanno presentato una interrogazione consiliare.
 
“Preso atto – si legge nella interrogazione - che il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 66 del 17.12.2009 ha adottato  il Documento Programmatico Preliminare per la rigenerazione urbana; che, tra gli ambiti interessati dal DPP vi è quello denominato Ambito 2 – Città della trasformazione – relativo al quartiere posto lungo via Roma, direzione Monopoli, al cui interno ricade l’insediamento siderurgico dismesso “Liuzzi”; che in data 6 giugno 2014 la Società Costruzioni  Viedo srl ha presentato proposta di intervento di rigenerazione urbana all’interno di quell’ambito, nell’area dell’ex Siderurgica Liuzzi, da tempo in stato di abbandono a causa di forte degrado ambientale prima e degrado edilizio dopo; che, esperita la procedura con l’acquisizione di tutti i pareri previsti, il Consiglio Comunale con deliberazione n. 50 del 15.10.2014 ha adottato il Programma Integrato di Rigenerazione Urbana (PIRU) in variante al vigente PRG ed ha autorizzato il Sindaco a convocare la conferenza di servizi per verificare la possibilità di concordare il successivo accordo di programma finalizzato alla rifunzionalizzazione dell’area industriale dismessa di cui innanzi; che si sono tenute ben quattro sedute di conferenza di servizi con gli Uffici Regionali competenti durante le quali è stata richiesta ed esibita ulteriore documentazione da parte della Società e degli Uffici Comunali  e che il 24.07.2015 c’è stata l’indicazione, da parte degli Uffici Regionali “della necessità, per consentire l’attuazione del PIRU, di acquisire preventive valutazioni di merito da parte del Consiglio ove, come più volte acclarato e ribadito in atti, si riconosca un interesse pubblico e delle finalità sociali alla proposta di piano”.
 
Nella interrogazione i due consiglieri forzisti “considerato  che il Dirigente del Settore Pianificazione e Gestione del Territorio ing. Rosa Belfiore, già il 18.04.2016 trasmetteva Relazione Istruttoria al Commissario Prefettizio del Comune di Fasano per l’adozione, qualora condivisa, di apposito successivo atto deliberativo essendo “necessario che il Consiglio Comunale espliciti le proprie valutazioni in merito, alla luce del riconosciuto interesse pubblico e finalità sociali della proposta di PIRU”; che il Commissario Prefettizio, per questa e per altre situazioni analoghe, non assumeva nessuna determinazione, demandando alla futura amministrazione ogni e qualsiasi decisione; che dal momento dell’insediamento della nuova Amministrazione ad oggi è passato più di un anno durante il quale sono state convocate alcune sedute della Commissione Consiliare competente all’esito delle quali, nonostante la Società Viedo abbia dato seguito alla presentazione di una nuova proposta progettuale che ridimensionasse l’intervento in base alle criticità rappresentate dal governo cittadino, non vi è evidenza né di avanzamenti del procedimento né di segnali che manifestino l’orientamento della maggioranza nei confronti dell’intervento proposto; che la Società Costruzioni Viedo srl ha avviato nei mesi scorsi una campagna di manifestazione di interesse all’acquisto degli alloggi in progetto cui i cittadini fasanesi hanno risposto con circa 900 adesioni, ben oltre il numero massimo di appartamenti previsti e riconoscendo oggettivamente un forte interesse verso l’iniziativa imprenditoriale; che è inaccettabile che a distanza di quasi tre anni dal mandato del Consiglio Comunale al Sindaco di Fasano di addivenire ad un accordo di programma (giusta  DCC n. 50 del 15.10.2014) una iniziativa così rilevante per la città non trovi un orientamento chiaro dell’attuale amministrazione, anche alla luce degli esiti della manifestazione di interesse di cui innanzi, anzi al contrario, si costringa la Società a rielaborazioni progettuali con forti aggravi di spese e si mortifichino le aspettative delle circa 900 persone che hanno manifestato interesse per quella tipologia di abitazioni”.
 
Alla luce di tutto ciò l’ex sindaco Di Bari e l’ex assessore De Mola hanno “interrogato” il sindaco e l’assessore competente “al fine di conoscere le reali intenzioni dell’Amministrazione riguardo l’iter della proposta di intervento di rigenerazione urbana all’interno dell’area dell’ex Siderurgica Liuzzi dalla Società Costruzioni Viedo srl e di indicare tempi certi per il prosieguo del procedimento avviato. Tanto anche alla luce delle nuove iniziative in materia di rigenerazione urbana avviate recentemente dalla Regione Puglia e al fine di non trasformare una opportunità per la città in una potenziale richiesta di risarcimento danni”.
 
Tempo stimato di lettura: 3’

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È rimasta bloccata al Senato perchè non si riuscì a valutare l'ora giusta che doveva stabilire quando si poteva premere il grilletto e chi doveva...

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    L'ultimo ostacolo è stato superato.Ormai la partecipazione,la decisione,la volontà popolare diventano sempre meno determinanti per eleggere i...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!