Dimissioni Rosato: interviene Grazia Neglia

di Redazione Go Fasano sabato, 21 ottobre 2017 ore 08:12

Probabile il suo ingresso in maggioranza

FASANO- Le dimissioni del consigliere comunale fasanese Giacomo Rosato hanno dato vita come prevedibile a una discussione politica. A intervenire, in questo caso, è stata Grazia Neglia, segretario fasanese di Fratelli d’Italia.  

“Era il 3 dicembre del 2015 quando il giovane e rampante Giacomo Rosato, uomo di centro sinistra per sua stessa ammissione, presentava e lanciava presso il Laboratorio Urbano, al cospetto della costituenda coalizione e dei rappresentanti degli stessi movimenti che la componevano, la sua candidatura a Sindaco affermando “Siamo qui, dopo otto anni e mezzo di battaglie, per dare una svolta a questa città”. Con una cavalcata trionfale- afferma la Neglia-  sicuramente e palesemente non totalmente per suo merito ma di chi lo sosteneva, al primo turno risultava essere il candidato Sindaco più suffragato, arrivando a prendere ben 7990 voti pari al 32,64% dei voti validi. Una campagna elettorale partita con larghissimo anticipo e fatta contro tutto e tutti.

Contro l’ex sindaco Di Bari (dimenticando però di aver “arruolato” fior di gente ex della passata amministrazione), contro i 5 stelle di Raffaele Trisciuzzi ma anche contro il PD e le personalità che gravitano intorno allo stesso rimarcando sovente le mancanze degli anni precedenti attribuibili agli stessi “Democratici”. Oggi, dopo nemmeno 16 mesi dal ballottaggio che lo ha visto soccombere, il buon Rosato, corteggiato dal PD e dalle personalità di cui sopra, si inventa la storia del turn over per nascondere il “segreto di pulcinella” ovvero di un allargamento della maggioranza di cui tutto il paese è al corrente da mesi. Un allargamento che permetterà l’ingresso in maggioranza di 3 consiglieri di opposizione, con successivo rimpasto in giunta e l’assegnazione di specifiche deleghe proprio al signor Rosato. Con buona pace del Partito Democratico (dei suoi maggiorenti in primis per le Politiche 2018) che in quanto ad acquisizioni “on the field” sono il top in circolazione, tanto da poter tranquillamente tenere delle sessioni formative sul trasferimento di “Buone Prassi”.

Il Dado è tratto, come da locuzione latina, che sta a indicare la presa di una decisione a chiusura. Cala il sipario, definitivamente, su un altro capitolo di politica da bassifondi, dove, in fin dei conti, a perdere non sono solo tutti quei cittadini che, senza giro di parole, sono stati raggirati pensando di aver a che fare con un personaggio diverso ma anche e soprattutto, a perdere, ci sono quegli uomini di centrodestra che lo hanno sostenuto e seguito, più per vendetta e rabbia, per poi essere trattati con le stesse modalità che avevano dato il via alla nascita della coalizione Rosato".

 

Tempo stimato di lettura: 30''

Attribuzione - Non commerciale

   
  1. guarini nunzio 22 ottobre 2017, ore 00:08

    c'è ancora qualche ingenuo che crede che ci sia qualche straccio di differenza fra destra e sinistra............poverina!!!!!!

Mostra tutti i commenti

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È rimasta bloccata al Senato perchè non si riuscì a valutare l'ora giusta che doveva stabilire quando si poteva premere il grilletto e chi doveva...

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    L'ultimo ostacolo è stato superato.Ormai la partecipazione,la decisione,la volontà popolare diventano sempre meno determinanti per eleggere i...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!