Destinazione tassa di soggiorno: Di Bari attacca l’Amministrazione comunale

di Redazione Go Fasano lunedì, 23 ottobre 2017 ore 08:51

Distribuiti oltre 400 mila euro per la maggior parte in contributi ad iniziative

FASANO - “Il PD, in particolare, ha denunciato lo sperpero in mille inutili rivoli delle somme ricavate dall’imposta di soggiorno…  Il mio governo darà centralità al coordinamento strutturato e costante con gli operatori turistici… Così il candidato sindaco Francesco Zaccaria, il 21 maggio del 2016, rispondeva alla dura presa di posizione dell’imprenditrice Marisa Melpignano, circa il cattivo utilizzo dell’imposta di soggiorno”: è quanto dichiara in una nota l’ex sindaco Lello Di Bari, attuale consigliere comunale di opposizione, a riguardo della destinazione delle somme introitate dalla tassa di soggiorno.
 
“Si badi bene – evidenzia Di Bari -, imposta di soggiorno che, agli albori della sua istituzione, sarebbe stata utilizzata male dalla mia amministrazione (il PD ne denunciava lo sperpero in mille inutili rivoli) che, rendendosi conto di aver commesso un errore di fondo, si era dichiarata disposta a rimediare nel 2016 concordandone l’utilizzo con gli operatori turistici: impegno che non ci è stato consentito mantenere per le note vicende che tutti conoscono.
Ed allora io mi sarei aspettato che la nuova amministrazione, alla luce di tutto quanto detto in campagna elettorale sull’argomento ed anche alla luce degli impegni assunti (anche in Consiglio Comunale) questa volta non già dal candidato sindaco, ma dal Sindaco eletto Francesco Zaccaria circa la destinazione dell’imposta di soggiorno alla realizzazione, per esempio, del tanto atteso marciapiedi in via Appia a Torre Canne e di altro, questa volta avesse veramente praticato il famigerato ZAC con la precedente amministrazione.
Invece – prosegue l’ex sindaco -, questa è stata la “distribuzione” di euro 443.505,98 rivenienti dall’imposta di soggiorno 2016:
Contributo Selvafestival 70.000,00
Contributo al Teatro Pubblico Pugliese 43.639,00
Contributo a Fasanomusica 25.000,00
Contributo a Fasano jazz 25.000,00
Contributo a La Scamiciata 20.000,00
Contributo gestione Teatro Sociale 20.000,00
Contributo alla Fasano Selva 10.000,00
Contributo per la campagna scavi di Egnazia 10.000,00
Contributo ad associazioni culturali 10.000,00
Contributo Festival teatro amatoriale   5.000,00
Mostra Artigianato 30.000,00
Spese per manifestazioni turistiche 23.956,00
Spettacoli e attività culturali 21.421,00
Spese per partecipazioni a fiere 10.000,00
Sportello informazioni turistiche 11.514,00
Manutenzione ordinaria del verde pubblico 107.975,00
Questa è la “lista della spesa” come potete vedere; la voce più ricorrente è quella dei “Contributo a…” che rende perfettamente l’idea di quanto questa volta sia stato “corretto” l’utilizzo dell’imposta di soggiorno (nel senso di “correggere” la destinazione).
Il Movimento 5 Stelle – conclude Di Bari - ha correttamente denunciato che la manutenzione ordinaria del verde pubblico in passato aveva altre fonti di finanziamento; in realtà tutte le voci innanzi elencate erano nella mia amministrazione finanziate con fondi propri. Sarebbe interessante capire che destinazione abbiano avuto questa volta quei fondi”.
 
Tempo stimato di lettura: 1’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È rimasta bloccata al Senato perchè non si riuscì a valutare l'ora giusta che doveva stabilire quando si poteva premere il grilletto e chi doveva...

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    L'ultimo ostacolo è stato superato.Ormai la partecipazione,la decisione,la volontà popolare diventano sempre meno determinanti per eleggere i...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!