Il Comune di Fasano intende affidare la riscossione dei tributi alla nuova Equitalia

di Redazione Go Fasano mercoledì, 29 novembre 2017 ore 06:47
L’ex sindaco Lello Di Bari attacca l’Amministrazione comunale: “Una scelta che preoccupa e che non tutela i cittadini”
 

FASANO – L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Zaccaria intende affidare il servizio di riscossione coattiva dei tributi comunali all'ex Equitalia (ora Agenzia delle entrate e riscossione). È quanto si apprende da una nota diffusa dall’ex sindaco ed attuale consigliere comunale di opposizione Lello Di Bari, il quale attacca duramente l’Amministrazione comunale su questa scelta.
 
““Equitalia: modello cieco”; “Equitalia sta distruggendo le imprese del sud”; “I Comuni possono fare a meno di Equitalia”; “Equitalia: un sistema responsabile di troppi danni”; “Equitalia applica un sistema medievale di riscossione” – si legge nella nota diffusa da Lello Di Bari. Sono le parole dell’allora sindaco della città di Bari e attuale Governatore pugliese Michele Emiliano, il quale in più interviste e interventi ribadiva con fermezza che “solo chi conosce la situazione economica del luogo, può decidere se usare severità oppure concedere una dilazione o altre soluzioni, senza distruggere così il tessuto economico delle aziende”.
Tuttavia, il suo pensiero non sembra essere condiviso dall’attuale amministrazione fasanese – evidenzia Lello Di Bari -, che proprio all’agenzia Equitalia intende affidare il servizio di riscossione coattiva dei tributi comunali.
Noi avevamo espresso fin dall’origine le nostre perplessità su una scelta che alimenta non pochi dubbi e preoccupazioni e che certamente non tutela i cittadini e le realtà economiche del nostro territorio”.
 
Più di due mesi fa, con riferimento alla risoluzione del contratto Tri.Com e la conseguente internalizzazione del servizio gestione e riscossione tributi, le consigliere Laura De Mola (FI) e Maria Rosaria Olive (COR) hanno presentato al sindaco Francesco Zaccaria e al presidente del Consiglio comunale Vittorio Saponaro, un’interrogazione nella quale, tra l’altro, chiedevano lumi su come sarebbero state gestite le fasi dell’accertamento e della riscossione coattiva dei tributi e soprattutto se quest’ultima funzione sarebbe stata affidata ad Equitalia.
 
“Ad oggi della risposta scritta – continua l’ex sindaco nel comunicato -, che a norma dovrebbe pervenire entro trenta giorni dalla presentazione dell’interrogazione, non vi è traccia e nessun chiarimento è stato fornito in merito all’intera questione.
Nel frattempo quelle che erano solo voci ufficiose sono diventate un dato di fatto, tant’è che uno dei punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio, che si terrà domani (30 novembre), è proprio l’affidamento della riscossione coattiva delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune di Fasano all’Agenzia delle entrate-riscossione (il nuovo nome appunto di Equitalia).
Il nuovo ente pubblico avrà pur cambiato nome – prosegue Di Bari -, ma i metodi per riscuotere quanto dovuto dai contribuenti morosi non hanno subito alcun tipo di modifica e sono rimasti quelli che molti cittadini, ahimè, ben conoscono.
Ed è proprio questo che deve preoccupare i fasanesi: la facoltà riconosciuta all’Agenzia di ricorrere al fermo amministrativo (cioè, ad esempio, al fermo dell’automobile) o ancora peggio di ricorrere all’ipoteca sui beni immobili oppure la possibilità di pignorare i conti correnti (che con il decreto voluto dal governo Renzi è divenuto più facile e veloce).
Nonostante non sia particolarmente fiducioso, come ho ribadito più volte, sulla capacità di questa amministrazione di gestire un servizio complesso come quello dei tributi, ritengo che, quantomeno, prima di adottare una decisione così importante come affidare la riscossione coattiva delle entrate alla nuova Equitalia, sarebbe stato opportuno e necessario creare un tavolo di confronto e valutare, eventualmente, alternative migliori.
Come al solito – conclude Lello Di Bari -, invece, l’attuale maggioranza ha scelto la via dell’esclusione, negando all’opposizione di offrire il suo contributo e di esercitare la sua funzione di controllo”.
 
 
 Tempo stimato di lettura: 1’ 20’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Galasso Cosimo

    Voi pensate sepre a sistemare le strade piu pericolose sono daccordissimo ogni tanto pero fateni un giro fasano ostuni statale 16 ai birdi dellle...

    Mostra articolo