Scianaro sul boom della Lega: "La gente condivide il programma di Salvini"

di Redazione Go Fasano martedì, 6 marzo 2018 ore 06:20

Il consigliere comunale sul risultato del partito di Salvini a Fasano

FASANO - Se c'è un altro dato, oltre quello del Movimento 5 Stelle, che va tenuto in considerazione per questa ultima tornata elettorale è senza ombra di dubbio quello raccolto dalla Lega di Salvini a Fasano. Un dato che si attesta all'11,22% per il Senato (1991 voti totali) e al 7,87% per la Camera (1700 preferenze). E se i primi numeri - quelli al Senato - trovano giustificazione dal fatto di essere stati trainati dalla figura del candidato Antonio Scianaro, molto spesso il più suffragato alle amministrative fasanesi, stranisce un così alto risultato anche per la Camera dove subisce solo una leggera flessione attestandosi poco sotto l'8%. Certo, se si tiene in considerazione il dato nazionale Fasano si posiziona, in realtà, sotto la media: ma se si considera quello regionale, a Fasano la Lega è molto al di sopra. 

"Ho concentrato tutta la mia campagna elettorale - ha affermato il consigliere comunale in una dichiarazione rilasciata al nostro giornale - in tutto il collegio, e soprattutto a Fasano. Insieme ai miei amici - prosegue - abbiamo combattuto contro un giornalino locale di partito che aveva assicurato che il sottoscritto avesse zero possibilità, condizionando di fatto il voto. Nonostante ciò - assicura il consigliere - vorrei ricordare a quel direttore del risultato che la Lega ha ottenuto a Fasano. Non quello che mi aspettavo, sia chiaro, ma un dato eccezionale."

Non risparmia neppure una stoccata a uno dei suoi avversari (seppur candidato nell'uninominale). "Contro di me c'era anche il consigliere regionale (Fabiano Amati, ndr), supportato da tutta l'Amministrazione e dal sindaco che ha anche sottratto tempo all'attività istituzionale per dedicarsi alla campagna elettorale di Amati. Ho fatto una campagna avendo, come tanti, contro di me un sistema elettorale poco comprensibile ai cittadini: non è stato facile - assicura - a maggior ragione per la novità del simbolo sotto il quale sono stato candidato. Nonostante le strumentalizzazioni politiche - ha concluso Scianaro - la gente con la quale mi sono confrontato ha condiviso il programma di Matteo Salvini. Con lui ci ho parlato, mi sono confrontanto ed ho così deciso di sposare la sua causa, che oggi scopriamo essere quella di tutti gli italiani che ci hanno sostenuto".

Tempo di lettura stimato: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È ormai diventata una frequente alternanza di notizie che ci presentano questa realtà: da una parte c'è chi non ha voglia di perdere l'abitudine di...

    Mostra articolo