Il M5S ha ringraziato i sostenitori: «E' dal sud che parte questa rivoluzione»

di Redazione Go Fasano lunedì, 12 marzo 2018 ore 06:20

L'incontro si è tenuto presso i Portici delle Teresiane

FASANO - «Abbiamo fatto pulizia, abbiamo concesso a chi dice di amare il territorio di rimanere qui ad amministrare e di non andare altrove. Abbiamo fatto un en plein». E' così che ha aperto il suo intervento il consigliere comunale Raffaele Trisciuzzi, portavoce del Movimento 5 Stelle a Fasano, nel comizio tenutosi ieri mattina (domenica 11 marzo) presso i Portici delle Teresiane per ringraziare gli elettori del Movimento. Al fianco del portavoce la consigliera regionale Antonella Laricchia ed i neo eletti deputati Anna Macina e Giovanni Vianello: presente anche la neo senatrice Patty L'Abbate, che qui a Fasano ha "strappato" il collegio senatoriale al consigliere regionale Fabiano Amati. «Abbiamo cercato di portare, e ci siamo riusciti, una filosofia diversa di politica: una politica umana, fatta di persone e non di cariche. Adesso inizia - ha proseguito Trisciuzzi - un momento delicato, un momento in salita, una salita facile. A chi dice che abbiamo perso l'opportunità di portare esponenti fasanesi a Roma, rispondo che dieci anni di senatori fasanesi (si riferisce a Nicola Latorre, ex senatore, ndr) abbiano smentito da soli quella che è l'inefficienza di quello che sostengono. Hanno preso in giro i territori e sono stati puniti».

All'incontro presente tutto il gruppo degli attivisti del Movimento ed alcuni cittadini incuriositi dall'evento. E' intervenuto il neo deputato Giovanni Vianello spiegando come generalmente i partiti facciano degli incontri dopo il voto per ringraziare i loro elettori: «dopo di che li rivedrete - ha sostenuto il deputato - alle prossime elezioni. Anche in questo si differenzia il nostro movimento. Noi non siamo i salvatori della patria - ha proseguito - ma semplici cittadini, facendoci carico delle istanze di tutti. Ci siamo assunti questa responsabilità, siamo qui per questo. Solo in questa maniera - ha concluso il deputato - possiamo cambiare le cose. Abbiamo le mani libere».

Atteso anche l'intervento della senatrice Patty L'Abbate che, in questo caso, ha assunto il ruolo di colei che ha sbaragliato i concorrenti Fabiano Amati (che si è posizionato terzo) ed il sindaco di Locorotondo Tommaso Scatigna (al secondo posto) sostenuto anche dal centrodestra locale. «Io devo con voi dialogare, vi devo guardare negli occhi - ha esordito la senatrice L'Abbate - perché andremo noi al Governo, e qui ve lo dico, Di Maio è stato abbastanza chiaro. Non abbiamo fretta - ha proseguito - perché i cittadini hanno aperto gli occhi. Questa sarà la legislatura dei cittadini». Che il Movimento 5 Stelle abbia portato i cittadini nelle istituzioni, è invece il pensiero della deputata Anna Macina. «Non ci fregiamo del titolo di onorevole, perchè questa parola non ha nulla a che fare con noi - ha ribadito la deputata - perché non siamo altro che le gambe sulle quali continua il vostro sogno, il nostro sogno».

«Io sono orgogliosa del sud Italia perchè è stato il centro dell'inizio di questa rivoluzione. E' straordinario ciò che è accaduto - ha affermato la consigliera regionale Antonella Laricchia, chiudendo l'incontro - ed è straordinario quello che deve ancora accadere». E' con l'intervento della consigliera regionale che il Movimento ha congedato parte dei suoi elettori, dandosi appuntamento "a presto".

Tempo di lettura stimato: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Sarebbe bene anche interrogarsi sulle ragioni e sui motivi che fanno crescere il nazionalpopulismo e domandarsi quanto sbagliate siano state le...

    Mostra articolo