Fasano, sfumati 3,5 milioni di euro di finanziamenti. L'ex sindaco Di Bari: «Ora chiedete scusa alla città»

di Redazione Go Fasano sabato, 24 marzo 2018 ore 06:15

Il Comune di Fasano finisce al 55° posto nella classifica

FASANO - «Appare sempre più una chimera per questa amministrazione poter accedere ai fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia a sostegno dello Sviluppo Urbano. Non sono stati sufficienti i circa 40.000 euro (+IVA) pagati per la consulenza (con affidamento diretto) alla Dott. Maria Giovanna Turturo e all'Ing. Daniela Mancini: il progetto presentato dal Comune di Fasano finalizzato ad ottenere l’ammissione al finanziamento di 3.500.000 euro da impiegare nella rigenerazione urbana, riesce a posizionarsi solo 55° nella graduatoria redatta dalla Commissione Regionale».
 
E' così che l'ex primo cittadino e consigliere comunale Lello Di Bari, commenta l'esito riguardante il progetto di riqualificazione urbana che il Comune di Fasano aveva presentato lo scorso settembre alla Regione Puglia. Il tutto rientrava nell'ambito del POR PUGLIA 2014/2020 - ASSE XII "Sviluppo Urbano Sostenibile" (Azione 12.1 "Rigenerazione Urbana Sostenibile). Il Comune di Fasano ha ottenuto dalla Commissione giudicante un punteggio di 81,21 che l'ha classificata al 55° posto. Solo i primi 26 enti classificati saranno ammessi al finanziamento, quindi l'ente resta di parecchio al di fuori della soglia. Un vero peccato, perché la cifra si aggirava attorno ai 3 milioni e mezzo di euro. 
 
«La dotazione finanziaria del Bando di 108.100.000 euro è sufficiente a finanziare solo le prime 26 aree urbane della graduatoria e pertanto il nostro paese rimane un'altra volta a secco - spiega Lello Di Bari -. Tutta un’altra storia quella che si svolge sotto i nostri occhi in questi ultimi tempi rispetto a quando il nostro Comune presentava progetti che si classificavano al 1° posto, permettendo alla mia amministrazione di effettuare interventi di rigenerazione strategica sul territorio.
 
Interventi che negli anni scorsi - tuona l'ex sindaco - ci hanno permesso di valorizzare il nostro Comune, dando nuova vita a Savelletri e Torre Canne. Il sindaco Francesco Zaccaria e l’assessore comunale a Pianificazione e Gestione del Territorio, Gianluca Cisternino, durante la conferenza stampa di presentazione del progetto vollero sottolineare l’intenzione di continuare sulla strada della Rigenerazione urbana avviata negli anni precedenti. Ed invece, anche questa volta, hanno fatto “Zac”! Alla luce del risultato ottenuto - conclude il consigliere - farebbero bene ad ammettere che la loro amministrazione non ha la qualità per seguire le nostre orme e scusarsi con i cittadini per aver sprecato un’altra occasione per rendere più decoroso il nostro bellissimo territorio».
 
Non lascia spazio a fraintendimenti dunque la critica dell'ex sindaco Lello Di Bari che se da un lato rivendica i risultati ottenuti dalle sue amministrazioni, dall'altro solleva una questione di "incompetenza" della squadra guidata dall'attuale primo cittadino Francesco Zaccaria.
 
Tempo di lettura stimato: 1' 20"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Galasso Cosimo

    Voi pensate sepre a sistemare le strade piu pericolose sono daccordissimo ogni tanto pero fateni un giro fasano ostuni statale 16 ai birdi dellle...

    Mostra articolo