Oggi il Consiglio comunale. I temi "caldi" in aula: TARI, bilancio e mozioni

di Redazione Go Fasano martedì, 27 marzo 2018 ore 06:10

Si preannuncia un Consiglio molto intenso

FASANO - E' un Consiglio comunale che si preannuncia "caldo" se non addirittura "infuocato" quello che avrà inizio oggi, martedì 27 marzo, alle ore 15.30. E se non lo sarà per i temi in discussione, potrebbe diventarlo per gli sviluppi degli ultimi giorni all'interno dello scenario politico fasanese: le "quasi dimissioni" dell'assessore al Patrimonio, Leonardo De Leonardis, che potrebbe dover rispondere alla mozione di sfiducia presentata nei suoi confronti dai consiglieri Maria Rosaria Olive, Antonio Scianaro e Gina Albanese, ed i mal di pancia del consigliere di maggioranza Vito Bianchi per il mancato rifinanziamento (al momento) dell'evento "Selva in Festival". Il capitolo di spesa non rientrerebbe nel bilancio di previsione che l'Amministrazione porterà oggi in aula. Nessun rischio, sia chiaro, per la maggioranza: anche nella possibilità in cui il consigliere passasse all'opposizione, Francesco Zaccaria avrebbe tutti i numeri per poter continuare a portare avanti il suo mandato.

In assise oggi sarà anche il tempo della TARI: saranno approvate le tariffe e le (quattro) scadenze rateizzate per l'anno 2018. In merito a questo punto è stata presentata una mozione del Consigliere comunale Raffaele Trisciuzzi che chiede, ancora una volta, l'attivazione del servizio sulla "tariffazione puntuale". La mozione verrà, con ogni probabilità, bocciata, poiché lo stesso vicesindaco Giovanni Cisternino aveva già spiegato durante la presentazione delle Agevolazioni Tari 2018 che al momento non è possibile attivare il servizio perché essendo prossimi al "cambio di gestione" di chi si occuperà dello smaltimento rifiuti, e non avendo un censimento preciso di tutti coloro che saranno dotati dei bidoncini per la differenziata, non è neppure possibile secondo l'assessore al Bilancio poter effetturare delle previsioni.

Altro punto sarà il bilancio di previsione, con il piano delle opere 2018/2020. Tanta (nelle intenzioni dell'Amministrazione) la carne sul fuoco a livello di realizzazione di opere pubbliche: circa 12 milioni e mezzo di euro la spesa prevista (quasi 9 milioni per il 2018, poco più di due milioni per il 2019 e un milione e mezzo circa per il 2020).

Ultime, e non per importanza, altre mozioni. Quella a firma Antonio Scianaro, Maria Rosaria Olive e Gina Albanese che chiedono agevolazioni Tari per tutti i cittadini, e non solo per le fasce meno abbienti. E altre due mozioni a firma Laura De Mola, Maria Rosaria Olive e Lello Di Bari: la prima riguarda l'adesione del Comune di Fasano alla Fondazione "Apulia Film Commission" e la seconda l'adesione dell'ente al progetto europeo "WiFi4EU" per richiedere un voucher da 15 mila euro per nuovi punti di installazione di hotspot internet per WiFi libero all'interno degl spazi pubblici comunali.

Tempo di lettura stimato: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È ormai diventata una frequente alternanza di notizie che ci presentano questa realtà: da una parte c'è chi non ha voglia di perdere l'abitudine di...

    Mostra articolo