Un fasanese "scuote" la direzione nazionale del Partito Democratico

di Redazione Go Fasano giovedì, 3 maggio 2018 ore 10:00

Sul sito senzadime.it, realizzato dal fasanese Alberico De Luca, pubblicate liste di "proscrizione" dei parlamentari del PD.

FASANO - La politica italiana vive ore importanti. Quando ormai si paventava uno spiraglio di soluzione all'ingarbugliamento creatosi all'indomani del voto del 4 marzo scorso, con l'idea di un governo che vedesse il Movimento 5 Stelle ed il Partito Democratico alleati per un accordo di programma, ecco che le parole dell'ex segretario Matteo Renzi fanno "saltare" tutto, prima ancora delle decisioni che saranno prese oggi. Ci sarà infatti, nel pomeriggio, la direzione nazionale del Partito Democratico che dovrà discutere proprio di questo accordo, ma è già scontro sulla "conta".

Ma lo scontro interno al partito guidato dal reggente Martina, è stato fortemente alimentato in queste ore anche dall'azione compiuta dal fasanese Alberico De Luca, descritto dagli amici - secondo il Fatto Quotidiano che oggi ne riporta la notizia, assieme a molti altri siti di informazione online ed ai quotidiani nazionali come Corriere, Il Giornale, Libero e La Repubblica - più come "amico di Liberi e Uguali" che "simpatizzante del Partito Democratico", anche se lo stesso si definisce "elettore del PD". Fatto sta che il fasanese, in occasione della direzione nazionale del PD, ha creato il sito senzadime.it, chiedendo tramite i suoi canali social "una mano" agli utenti affinché gli indicassero tutti i nomi dei parlamentari del partito renziano favorevoli e non favorevoli all'accordo, creando delle vere e proprie liste di "proscrizione", prima pubblicate e poi rimosse a causa delle "pressioni" di chi non voleva vedere il proprio nome palesato in quegli elenchi.

Sul sito Senzadime.it la lista di proscrizione dei favorevoli all’accordo col M5S è spiegata in questo modo: «Il 3 maggio la Direzione Nazionale del Partito Democratico deciderà sull’accordo di governo con il Movimento 5 Stelle. In questa pagina raccogliamo l’orientamento di ogni singolo componente della Direzione Nazionale, sulla base delle dichiarazioni espresse sui social o a mezzo stampa. Perché l’informazione è un diritto, la trasparenza un dovere».

Anche big della politica hanno commentato la notizia. Dario Franceschini lo ha considerato un gesto "sintomatico di qualcosa che non va". Simili commenti sono stati espressi anche dai dirigenti vicini a Renzi e che con Renzi condividono la linea dura e contraria ad un accordo con il Movimento 5 Stelle. Persino Alessio De Giorgi, consulente della comunicazione per la Presidenza del Consiglio quando Renzi rivestiva l'incarico di primo ministro, ha definito il "capovaloro" del fasanese un "sito idiota messo su da un idiota".

"La Repubblica" ha ripreso persino le dichiarazioni dell'ex senatore fasanese Nicola Latorre che ha così commentato la notizia: "Sto andando a vedere la Roma, ma m'informo: che brutta cosa che è diventata la politica". Fabiano Amati, consigliere regionale fasanese del Pd, invece parla di una "goliardata": "il ragazzo non è più del PD - ha sottolineato Amati - ma appartiene a LeU". Fabio Sibilio, segretario cittadino del PD di Fasano, ha così liquidato i giornalisti: "non è una notizia politica, ma solo una sciocchezza". Tra l'altro, il fasanese De Luca, è stato persino un sostenitore della campagna per il NO al Referendum Costituzionale.

Insomma, tra le file di chi è pronto ad un appoggio al Movimento 5 Stelle e chi, invece, legato ancora alle logiche renziane si definisce contrario all'accordo, si inserisce persino chi - il fasanese De Luca, appunto - decide di adattare i metodi pentastellati al partito renziano: rendere palesi i nomi di chi in queste ore si ritrova a decidere il futuro del nostro paese. Perchè queste scelte, sia chiaro, riguardano tutti noi.

Tempo stimato di lettura: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Renna Andrea

    vorrei che ogni tanto l'mministrazzione comunale,andasse a fare un giro d'ispezione nelle strade di via Adami,via st Antonio e dintorni

    Mostra articolo