Il gruppo “Uniti per Fasano”: «Fasano ha avviato un percorso verso il cambiamento»

di Redazione Go Fasano mercoledì, 25 luglio 2018 ore 05:30

La nota del nuovo gruppo consiliare

FASANO - Come annunciato negli scorsi giorni, i consiglieri comunali Luigia Albanese, Vittorio Fanelli, Antonio Pagnelli e Tonio Zizzi hanno dato vita al gruppo “Uniti per Fasano”.

Lo stesso ha diramato nelle ultime ore una lunga nota per meglio spiegare la posizione assunta nei confronti dell'attuale maggioranza e degli elettori che hanno sostenuto i quattro consiglieri alle ultime elezioni amministrative. 

«Fasano ha avviato un virtuoso percorso verso il cambiamento, e come tutti i nuovi percorsi si devono superare anche ostacoli non previsti o non prevedibili come il mutato e complesso contesto politico nazionale e internazionale che sta imponendo una visione della società egoista, populista e antiscientifica; che ha smarrito sia la propria visione “umana” sia i semi della cultura umanista, rafforzando la sfiducia nelle istituzioni e nella politica – dichiara il neonato gruppo -. A tutto questo si deve aggiungere l’insensata volontà di alcuni attori politici di non considerare per tempo i segnali di insofferenza dei cittadini verso un modo arrogante e presuntuoso di fare politica.
 
La politica dello sfascio, della contrapposizione fine a se stessa, dell’arroganza di alcuni e dell’ipocrisia di altri non ci appartiene, così come non ci appartiene la sterile soddisfazione nel vedere la nostra Città alle prese con problemi che si trascinano da anni per potersene avvantaggiare alle prossime elezioni, magari operando giochi o strane alchimie solo per soddisfare ambizioni personali di alcuni.
 
A due anni dalle elezioni comunali, abbiamo riscontrato la volontà del Sindaco Zaccaria, e della sua amministrazione, di imprimere una svolta nella identità politica e nell'azione amministrativa della nostra città, partendo proprio dalla discontinuità che ciascuno di noi consiglieri ha contribuito a creare con l’interruzione anticipata della precedente amministrazione.
 
Un'identità nuova che ha saputo accettare il confronto e i suggerimenti di chi, come noi forti dell’esperienza amministrativa acquisita, fa della proposta costruttiva la vera essenza del proprio impegno; che ha saputo adottare scelte radicali, attese da molti anni: pensiamo innanzitutto all’internalizzazione del servizio tributi che, al di là di quelli che saranno i futuri risvolti giudiziari della vicenda Tricom i cui responsabili sono pienamente conosciuti dai cittadini fasanesi, è alla base di una ritrovata politica fiscale anch’essa partecipata e trasparente che si sta traducendo nella riduzione delle tasse e nella realizzazione di un progetto sociale rivolto a chi, nella nostra città, è più in difficoltà.
 
Una svolta che per noi ha molti più aspetti da condividere che da obiettare e che ben si sintetizza nel concetto che vede la centralità del cittadino al centro dell’azione politica.
 
Tuttavia, la strada da percorrere è ancora tanta e potrà presentare anche tratti impervi, siamo disponibili a provare a percorrerla insieme, se ci saranno le giuste condizioni, auspicando un fattivo e sinergico lavoro che, insieme al raggiungimento dei risultati per una migliore condizione socio-economica dell’intera comunità fasanese, dei sui agricoltori, artigiani, commercianti, professionisti e di tutte le altre categorie produttive, possa rappresentare in futuro una piattaforma programmatica dalla quale ripartire per una proposta unitaria che sia in grado di continuare nel lavoro di confronto con e tra i cittadini, i rappresentanti politici e gli appartenenti ai movimenti civici già impegnati nella vita cittadina.
 
Molti degli obiettivi di questa amministrazione, alcuni già approvati, sono quindi condivisi perché forniscono un contributo determinante alla costruzione di una visione strategica della Fasano del futuro: internalizzazione ufficio tributi, piano urbanistico generale, piano urbano della mobilità sostenibile, piano regolatore del porto, piano coste, distretto urbano del commercio, piano regolatore e global service della pubblica illuminazione, palazzetto dello sport, biblioteca di comunita’. Restituendo pari dignità all’intero territorio comunale, alle sue frazioni, alle località turistiche e alle contrade più operose, tutto questo dopo oltre un decennio di scelte politiche sbagliate tendenti più alla gestione del potere che agli interessi dell’intera Città.
 
Crediamo sia il momento di passare a una nuova fase politica e per questo abbiamo inteso costituire il gruppo “Movimento Uniti per Fasano”. Un fronte di cittadinanza attiva che vuole riprendere il dialogo con la propria comunità a cominciare dalle tante e urgenti priorità. Un fronte che riconoscerà solamente ai liberi cittadini o loro associazioni il diritto motivato di critica ed il conseguente giudizio elettorale, rigettando da subito al mittente gli attacchi e le strumentalizzazioni settarie e di parte rivolte da coloro che cercano solamente una sponda mediatica e di pura propaganda.
 
È giunto il tempo della responsabilità - conclude il gruppo consiliare - che marginalizzi le critiche e le polemiche pretestuose e scriva una nuova pagina di buona politica, puntando ad un’intesa che rafforzi l’attuale compagine politica di governo cittadino avendo come unico faro la costruzione di un futuro prospero per Fasano e per i fasanesi».

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Renna Andrea

    vorrei che ogni tanto l'mministrazzione comunale,andasse a fare un giro d'ispezione nelle strade di via Adami,via st Antonio e dintorni

    Mostra articolo