Le 5 Vele di Legambiente alla costa del Parco Agrario degli Ulivi Secolari

di Redazione Go Fasano sabato, 17 giugno 2017 ore 09:07
Riconoscimento assegnato per la prima volta. LE FOTO.
FASANO - A Roma e Bari si sono svolte le cerimonie di premiazione e assegnazione dell’ambito riconoscimento a livello nazionale “5 vele di Legambiente”, certificato di qualità per tutto il territorio e per le imprese che quotidianamente lo custodiscono, tutelano e valorizzano.
 
Per l’occasione è stata presentata la nuova Guida di Legambiente e Touring Club Italiano, intitolata ‘Il mare più bello 2017’, che quest’anno offre ai suoi lettori la visione più ampia di destinazione territoriale, quella dei comprensori turistici.
 
La Guida presenta circa 100 comprensori di tutta la Penisola italica (tra marini e lacustri, ossia territori vasti che possono contenere anche più comuni) e rappresenta il risultato di una scelta dettata dal fatto che chi va in vacanza non si ferma al confine amministrativo, ma visita spesso un territorio più ampio optando per modalità di turismo itinerante.
 
Ecco perché quest’anno “Il mare più bello” non assegna le 5 vele ai singoli comuni, ma ad interi comprensori turistici scelti secondo i tradizionali criteri della Guida e all’interno dei quali è poi possibile scoprire i comuni che ne fanno parte con le singole valutazioni.
 
In Puglia quest’anno le 5 vele sventolano in 2 comprensori turistici: Alto Salento Adriatico, in cui ricadono i Comuni di Otranto e Melendugno, e Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari, che comprende i territori dei Comuni di Polignano a Mare, Fasano, Monopoli, Ostuni e Carovigno.
 
I comprensori turistici raccolti nella guida “Il mare più bello 2017” sono stati individuati sulla base dei dati raccolti da Legambiente sulle caratteristiche delle qualità ambientali e di quelle dei servizi ricettivi: uso del suolo, degrado del paesaggio e biodiversità, attività turistiche; stato delle aree costiere; mobilità; energia; acqua e depurazione; rifiuti; iniziative per la sostenibilità; sicurezza alimentare e produzioni tipiche; mare, spiagge ed entroterra, struttura sociale e sanitaria. I dati sono stati integrati dalle valutazioni espresse dai circoli locali e dall’equipaggio di Goletta Verde, che sarà in Puglia dal 21 al 26 luglio con tappe a Gallipoli, Bari e Manfredonia.
 
Nella classifica nazionale dei comprensori a 5 vele, Alto Salento Adriatico e Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari si sono piazzati rispettivamente al 5° e 6° posto.
 
La motivazione del riconoscimento alla “Costa del Parco Agrario degli Ulivi Secolari” in provincia di Bari e Brindisi è la seguente:
 
“È un territorio che sta conoscendo un’inarrestabile capacità di affermazione in una regione, la Puglia, già ricca di eccellenze. Ad alimentare questo percorso virtuoso ci sono sicuramente i due parchi, quello regionale delle Dune Costiere e l’area marina protetta di Torre Guaceto, nonché l’effervescenza amministrativa del Comune di Polignano a Mare. Ma la forza di questi luoghi sta nel paesaggio agrario disegnato dagli ulivi secolari, una piana unica al mondo che i Comuni hanno chiesto al Mipaf di inserire nel registro nazionale dei paesaggi rurali storici”.
 
Il Presidente del Parco e di Federparchi Puglia, Enzo Lavarra – presente a Roma a ritirare il premio assieme al direttore del Parco, Gianfranco Ciola e insieme al vicesindaco di Fasano Giovanni Cisternino ed al sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola – commenta così il riconoscimento nazionale: “L'attribuzione delle 5 Vele alla Costa del Parco Agrario degli Ulivi Secolari segna la progressiva affermazione della nostra visione, quella della valorizzazione della qualità territoriale sovracomunale e della logica di sistema. E' premiata, infatti, la qualità ambientale del mare blu non solo di un singolo Comune ma di un intero comprensorio. Significativo è poi che fra i criteri giudicati determinanti vi e la candidatura all'Albo Nazionale dei Paesaggi Storici degli Ulivi della Piana dei secolari, per la quale ci stiamo battendo con il contributo dei saperi e delle competenze della nostra terra”.
 
Tempo stimato di lettura: 2’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Un ottimo gesto di solidarietà,generosità e di piccolo aiuto per uno dei tanti paesi dove, dopo più di un anno,le macerie dell'ultimo terremoto...

    Mostra articolo
  • Panalli Pierpaolo

    Care forze dell ordine forse è meglio che quando trovate queste macchine parcheggiate e rubate vi appostate, sicuramente dopo qualche giorno...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!