Il paesaggio degli ulivi monumetali fasanesi premiato a Roma

di Redazione Go Fasano lunedì, 26 febbraio 2018 ore 08:21

A ritirare il premio il presidente del Parco delle Dune costiere

FASANO - Si è svolta l’altro giorno a Roma nella sala Cavour del Ministero delle Politiche Agricole la premiazione dei primi 10 paesaggi iscritti nel Registro nazionale dei paesaggi rurali storici.
L’obiettivo dell’evento è stato quello di dare il massimo rilievo ai siti del Registro anche attraverso i circuiti della promozione istituzionale del Ministero.
Fra i siti premiati quello della Piana degli olivi Monumentali di Carovigno, Ostuni, Fasano e Monopoli.
A ritirare il riconoscimento il presidente del Parco naturale regionale delle Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo,  l’on. Enzo Lavarra, che ha colto l’occasione della presenza dei vertici dei Dipartimenti del Ministero delle Politiche Agricole per sollecitare la più rapida definizione da parte di Ismea del Marchio distintivo dei siti, e per il varo delle linee guida per modifiche dei Psr volte al sostegno al reddito degli olivicoltori per la manutenzione dei secolari.
“Della importanza della iscrizione della Piana nel Registro - ha commentato l’on. Lavarra - si è già avuta prova nella nostra realtà con il recente decreto della Regione per elevare il grado di protezione dei nostri olivi secolari dal rischio Xylella (per esempio col finanziamento totale agli olivicoltori per potature o barriere protettive). E in prospettiva rappresenta il prerequisito necessario per candidare la Piana nel programma mondiale della Fao, detto Ghias, che è programma di sostegno agli agricoltori che con le loro attività economiche garantiscono biodiversità, sicurezza alimentare, coesione sociale nei territori. Condividerò l’attestato del Premio con i sindaci della Piana in un incontro di programmazione e sottoporrò alla loro attenzione le opportunità legate al programma Fao”.
La piana degli olivi Monumentali di Carovigno, Ostuni, Fasano e Monopoli è stata iscritta a settembre scorso nel registro nazionale dei paesaggi rurali storici. A proporre al Ministero delle Politiche agricole la iscrizione nel Registro della Piana Olivetata era stato il Parco naturale regionale delle Dune costiere insieme ai quattro comuni interessati (Carovigno, Ostuni, Fasano e Monopoli).  Il territorio interessato, ha un’estensione di quasi 20mila ettari all’interno della quale gli ulivi secolari sono 1 milione (su 5 milioni presenti in tutta la Puglia), di cui circa 300 già censiti, etichettati e monitorati dalla Regione Puglia.  Il sito della Piana Olivetata è tra i sei in tutta Italia che sono stati iscritti nel Registro nazionale dei Paesaggi Rurali storici. 
Il Registro è stato istituito nel 2012. 
Si tratta di un importante riconoscimento che valorizza un territorio conosciuto a livello mondiale proprio grazie alla presenza degli ulivi monumentali, alcuni millenari, che rappresentano una importante attrattiva paesaggistica e che quindi oltre ad essere important per il comparto agricolo lo sono anche per il comparto turistico.
 
Tempo stimato di lettura: 1’

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È ormai diventata una frequente alternanza di notizie che ci presentano questa realtà: da una parte c'è chi non ha voglia di perdere l'abitudine di...

    Mostra articolo