Grande successo per la “Notte Verde 2018” a Torre Canne

di Redazione Go Fasano venerdì, 14 settembre 2018 ore 10:41
Organizzata da Cia – Agricoltori Italiani per promuovere il territorio, l’agricoltura e l’ambiente
 
TORRE CANNE – Tantissima gente ha affollato domenica scorsa 9 settembre l’area antistante il Faro di Torre Canne partecipando alla seconda edizione della “Notte Verde” organizzata da Cia – Agricoltori Italiani della regione Puglia e della provincia Due Mari (Taranto-Brindisi), con il patrocinio del Comune di Fasano, del Gal (Gruppo di Azione Locale) Valle d’Itria e dal Parco naturale regionale delle Dune costiere. Un evento che è servito non solo a promuovere i prodotti agricoli e della pesca locali, ma anche l’agricoltura, l’ambiente e l’intero territorio brindisino. 
 
Diversi gli eventi organizzati nel corso della serata fino a notte inoltrata.
 
Ad aprire la “Notte Verde 2018” è stato un un incontro pubblico sul tema “I prossimi finanziamenti per le aziende agricole e della pesca della provincia di Brindisi: il ruolo dei Gal”, che è stato moderato dal giornalista Nicola Mangialardi, e che ha visto gli interventi, dopo il saluto dell’assessore comunale Cinzia Caroli, di Alberto Casoria, presidente di AssoGal Puglia, Antonio Cardone, direttore del Gal Valle d’Itria,  Antonio Legittimo, direttore del Gal Terra dei Messapi, Gianfranco Ciola, direttore del Gal Alto Salento 2020. 
 
Le conclusioni sono state tracciate dal vicepresidente regionale della Cia – Agricoltori Italiani di Puglia, Giannicola D’Amico, nella sua veste anche di vicepresidente del Gal Valle d’Itria che raggruppa i Comuni di Fasano, Cisternino, Locorotondo e Martina Franca. 
 
Nel corso dell’incontro sono stati presentati gli interventi che nei prossimi anni i tre Gal della provincia brindisina – che sono agenzie di sviluppo locale volute dalla Regione Puglia  - potranno finanziare e ai quali potranno accedere sia aziende agricole che della pesca della intera provincia. In totale saranno destinati sul territorio brindisino 16 milioni di euro (5 milioni di euro per il Gal Valle d’Itria, 6 milioni per il Gal Alto Salento 2020 e 5 milioni di euro per il Gal Terra dei Messapi).
 
Alla “Notte Verde” hanno partecipato anche gli assessori comunali Luana Amati e Gianluca Cisternino, il consigliere provinciale Giuseppe Pace, e il presidente del Parco naturale regionale delle Dune costiere, on. Enzo Lavarra.
 
A seguire, dopo l’incontro pubblico, si è tenuta la rappresentazione teatrale in vernacolo “Il Tema”, a cura del gruppo ragazzi della Associazione Teatrale “Gli amici di Giùuàannèedd” di Montalbano di Fasano, presieduta da Mina Schiavone. 
 
Il sodalizio è stato premiato nel 2017 con il Premio Nazionale Bandiera Verde Agricoltura, ed ha presentato una commedia in vernacolo che è stata rappresentata da 20 bambini di età compresa tra i 6 e i 15 anni, nel corso della quale sono stati valorizzati gli usi e i costumi della cultura contadina e della pesca di un tempo.
 
La serata è stata poi conclusa dalla esibizione del Gruppo Folk “Egnathium” di Fasano che ha allietato la “Notte Verde” con musiche e canti popolari. 
Nella suggestiva location del Faro di Torre Canne durante la “Notte Verde 2018” ci sono stati, inoltre, stand per la degustazione di prodotti tipici locali sia agricoli (vini e salumi della Valle d’Itria, panzerotti, carne alla brace) che della pesca (polpo alla brace e frittura di pescato locale), oltre che laboratori, e stand informativi del Parco delle Dune Costiere, delle Fondazione ITS Agroalimentare di Puglia e del Presidio Slow Food del Pomodoro Regina di Torre Canne.
 
 
Tempo stimato di lettura: 1’ 20’’
 
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Sarebbe bene anche interrogarsi sulle ragioni e sui motivi che fanno crescere il nazionalpopulismo e domandarsi quanto sbagliate siano state le...

    Mostra articolo