Cosimo Rubino e il suo progetto di valorizzazione dei beni culturali

di Marisa Cassone lunedì, 12 giugno 2017 ore 15:11

Il progetto attuato presso il Museo Archeologico di Egnazia.

FASANO- Il giovane fasanese Cosimo Rubino ha ideato e attuato un progetto di valorizzazione e digitalizzazione di beni culturali del Museo Archeologico di Egnazia.
 
Specializzato in Fotografia dei beni culturali all’Isia (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche) di Urbino, Rubino ha concretizzato il tema della sua tesi di laurea: attraverso un visore VR, grazie alle ultime tecnologie e l’installazione di uno smartphone al suo interno, si ha la possibilità di immergersi in una realtà virtuale ed esplorare in 3D tombe a camera messapiche all’interno del sito archeologico, non fruibili dal pubblico.
 
L’utente può quindi visitare e “muoversi” all’interno del museo standosene comodamente a casa, potendo scegliere in autonomia cosa vedere.
 
Un ponte tra presente e passato, tra tecnologia e cultura grazie a Cosimo Rubino e al suo brillante progetto.
 
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''

 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Panalli Pierpaolo

    Care forze dell ordine forse è meglio che quando trovate queste macchine parcheggiate e rubate vi appostate, sicuramente dopo qualche giorno...

    Mostra articolo
  • pastore giovanni

    È rimasta bloccata al Senato perchè non si riuscì a valutare l'ora giusta che doveva stabilire quando si poteva premere il grilletto e chi doveva...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!