L'imprenditrice Marisa Melpignano racconta su La7 il successo del turismo fasanese

di Redazione Go Fasano lunedì, 7 maggio 2018 ore 06:00

Ospite del programma di Giovanni Minoli "Faccia a Faccia" andato in onda ieri, domenica 6 maggio

FASANO - Marisa Melpignano, nota imprenditrice del territorio fasanese, ha raccontato ieri (domenica 6 maggio) durante il programma "Faccia a Faccia" condotto da Giovanni Minoli in onda su La7, il "successo" del territorio fasanese in termini di numeri e presenze turistiche e di come Borgo Egnazia abbia cambiato in questo luogo il modo di concepire il turismo.

Durante la rubrica si è parlato di come è nato il progetto "Borgo Egnazia" (che nel 2016 ha vinto il premio "Virtuoso", come miglior hotel dell'anno al mondo), e di come la famiglia Melpignano abbia assieme alla costruzione del campo da golf e della Masseria San Domenico, cambiato il modo di pensare il turismo: un turismo non solo "di massa", ma che ha reso Fasano ed il territorio fasanese, meta prediletta di turisti da ogni parte del mondo, più o meno facoltosi.

«Quando ho pensato di trasformare casa nostra in una masseria turistica, mio marito ha creduto che fossi pazza - ha sottolineato la Melpignano -: la masseria era inizialmente una semplice torre d'avvistamento che apparteneva ai Cavalieri di Malta, e la acquistò mio suocero credo negli anni '30 o '40. Loro compravano allora le masserie per investire, soprattutto per il discorso legato agli uliveti. Ho raccolto tutto quello che avevamo in deposito, e l'ho messo a disposizione del restauro».

Durante la trasmissione è stato anche mostrato il pianoforte che il cantautore Lucio Dalla ha utilizzato per comporre il testo "Canzone", uno degli ultimi famosi brani dell'artista, presente all'interno della struttura.

«La difficoltà - ha sottolineato l'imprenditrice - è stata quella di trovare personale qualificato. Ho dovuto così assumermi la responsabilità io stessa di formare il personale presso strutture specializzate. Bravi ragazzi, tutti, laureati, ma che non avevano competenze in ambito turistico. Oggi io preferisco gestire Masseria San Domenico, mentre di Borgo Egnazia se ne occupa mio figlio».

All'interno delle proprietà della famiglia Melpignano ci sono circa 750 unità lavorative, a fronte di una media circa di 600 ospiti al giorno. Personale che si occupa anche degli spazi, e non solo della cura diretta del cliente. Il progetto iniziale della struttura era stato fatto da due architetti inglesi, ma non era piaciuto alla famiglia Melpignano, che invece si affidò ad un architetto fasanese, studioso di scenografia, che si occupò della realizzazione degli spazi. Borgo Egnazia e Masseria San Domenico, compreso il campo da golf, «offrono un indotto economico - ha sottolineato Marisa Melpignano - anche e soprattutto ai lavoratori locali».

«Quando ho deciso di trasformare casa mia in un albergo - sottolinea l'imprenditrice - non esisteva qui un turismo di qualità. Non è stato facile, sia chiaro, soprattutto a causa della lentezza del "pubblico" (la burocrazia, ndr). Siamo stati anche denunciati, perché credevano che avremmo rubato l'acqua ai contadini, ed invece abbiamo rivalorizzato questo territorio».

All'interno della struttura è presente anche una scuola di cucina, perchè - come ha sottolineato l'imprenditrice - "mangiare bene è il nuovo lusso". Borgo Egnazia è stato scelto più volte anche dalla famosa popstar Madonna, che - a detta di Marisa Melpignano - ha provato ad acquistare una Masseria proprio qui a Fasano ma ha ritenuto di non farlo, al momento, perché non è presente in loco una scuola di specializzazione dove la cantante avrebbe voluto iscrivere i propri figli.

Una nuova vetrina per il nostro territorio, quella andata in onda ieri su La7, che conferma ancora una volta la forte attenzione che Fasano riesce ormai a catalizzare a livello nazionale ed internazionale, ma al tempo stesso i limiti e la lentezza della amministrazione pubblica. 

Tempo di lettura stimato: 1'
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È ormai diventata una frequente alternanza di notizie che ci presentano questa realtà: da una parte c'è chi non ha voglia di perdere l'abitudine di...

    Mostra articolo