Università di Bologna, prestigiosa borsa di studio per la fasanese Maria Olive

di Marisa Cassone venerdì, 6 luglio 2018 ore 06:00

Alla giovane fasanese era già stata conferita l'onorificenza di "Alfiere del lavoro" per meriti scolastici dal presidente Mattarella.

FASANO- Raggiungere l’eccellenza si può e Maria Olive ne è la prova. Lo scorso mercoledì 4 luglio, l’Università di Bologna “Alma Mater” ha premiato ben 300 studenti che si sono distinti durante l’anno accademico 2017-2018 e, tra questi, la giovane fasanese.

UniBo, nel corso di una cerimonia ufficiale, ha consegnato delle borse di studio ai meritevoli, in occasione della classificazione al primo posto nella graduatoria stilata dal Censis (Centro Studi Investimenti Sociali) riguardante le università italiane, statali e non, riconoscendo qualità del servizio, offerta formativa e dimensione internazionale.
 
La 20enne fasanese Maria Olive, frequenta il secondo anno della facoltà di Medicina, dopo aver conseguito la maturità scientifica presso il liceo “Da Vinci” di Fasano, con la quale si è particolarmente distinta con la sua media di 9,925 e con voto di maturità pari a 100 e lode, grazie ai quali lo scorso 14 novembre 2016, nel Salone dei Corazzieri del Palazzo del Quirinale, ha ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella l'onorificenza di "Alfiere del lavoro" per meriti scolastici.
 
Alla cerimonia di mercoledì, presentata anche durante l’edizione serale del TgR Emilia Romagna che ha dedicato uno spazio all’iniziativa, è intervenuto un ex studente, Francesco Sauro, oggi docente di Geololgia Planetaria all’UniBo, che la rivista americana “Time” definì “a next generation leader”.
 
Maria Olive si conferma un vanto per la città di Fasano che continua ad esportare “cervelli” in Italia e nel mondo, dimostrazione di come sacrificio, impegno e volontà possano portare a grandi soddisfazioni.

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    È ormai diventata una frequente alternanza di notizie che ci presentano questa realtà: da una parte c'è chi non ha voglia di perdere l'abitudine di...

    Mostra articolo