Domani occhi puntati al cielo: arriva l'eclissi di Luna più lunga del secolo

di Cristiano Mancini giovedì, 26 luglio 2018 ore 06:00

Dove e come vederla: cosa sarà possibile osservare da Fasano?

FASANO - Occhi puntati al cielo, perché domani sera - venerdì 27 luglio - assisteremo a uno spettacolo unico nella nostra vita. È in arrivo infatti l’eclissi di luna totale più lunga del secolo, almeno fino all’anno 2123 quando ve ne sarà una simile. L'eclissi di luna si generano quando la terra si pone fra il sole e il nostro satellite che, trovandosi nel cono d'ombra generato dalla terra, viene a colorarsi di rosso a causa della diffusione della luce solare negli strati della nostra atmosfera. La fase di totalità piuttosto lunga, oltre 100 minuti, comincerà alle 21:40 circa e si concluderà alle 23:00 circa, con un massimo di oscuramento alle 22:30. Il fatto che l’eclissi duri così tanto è dovuto alla posizione della luna piena che, trovandosi in apogeo, è più distante del solito dal nostro pianeta e quindi impiega più tempo ad attraversare il cono d'ombra.

Nell'immagine vedete una simulazione di come apparirà da Fasano venerdì alle 22.30, nel momento della totalità. Si vedrà in direzione sud-est ma non sarà troppo alta, quindi il consiglio è di evitare luoghi con ostacoli fisici: sarà preferibile la campagna o, meglio ancora, le nostre spiagge. Lo spettacolo sarà triplo perché in basso a destra ci sarà il Marte più luminoso dal 2003 mentre, più defilato a destra, ci sarà il pianeta Saturno a far da cornice. Le previsioni sono molto buone perché per venerdì sera si prevedono venti deboli e temperature sui 25-26 gradi con cieli sereni.

Non serviranno telescopi, per apprezzare il tutto basteranno i nostri occhi: non serve che godersi lo spettacolo.

Articolo a cura di Meteo Fasano

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • SARACINO francesco

    La risposta giusta dopo confronti con tecnici alla richiesta approssimativa di chi vuole solo raccogliere consensi popolari.

    Mostra articolo