“Ti racconto: Torre Canne”, da Facebook alla realtà

di Redazione Go Fasano venerdì, 3 agosto 2018 ore 05:00

In programma un evento sabato 11 agosto.

FASANO - Procede a ritmo serrato l’organizzazione dell’evento “Ti racconto: Torre Canne”, in programma sabato 11 agosto nell’area portuale a partire dalle ore 20:00, organizzato dall’omonimo gruppo Facebook e ideato dall'Associazione culturale di promozione sociale “Gitt” (Gruppo Interesse Territoriale Torre Canne), nata per valorizzare e salvaguardare l'ambiente marino costiero. “ Sono convinta che siano le persone a fare i luoghi. Per non disperdere l’ identità e la storia di questo nostro ‘luogo del cuore’ , – dice la presidente Rosanna Cirasino, ’ – con l’aiuto di molti amici , fotografi, artisti ed associazioni, accomunati dal quel sottile fil rouge qual è lo stesso attaccamento al borgo di Torre Canne, abbiamo insieme progettato questo raduno che , oltre a far ritrovare diverse storie personali e collettive vissute nel tempo sullo stesso sfondo del nostro meraviglioso mare , ha un chiaro obiettivo sociale e culturale qual è quello di preservare lo stesso luogo con azioni di sostenibilità ambientale “. “Il gruppo FB , nato nel maggio scorso – prosegue Rosanna Cirasino – riscuote ampio consenso avendo allo stato attuale circa 5.000 membri e stiamo riuscendo a ricostruire il “senso di luogo”. Ognuno di noi ne è parte integrante e ciascuno rievoca ricordi con documenti fotografici, aneddoti, racconti, mettendoli a disposizione della memoria collettiva”.

 
Sabato 11 agosto, grazie anche al patrocinio del Comune di Fasano, si svolgerà dunque a Torre Canne il primo raduno della speciale “social community” che prevede il cooking show “panino con u pulp arrag(e)t”, a cura del gastronomo Sandro Romano con la collaborazione di “ La baia” di Marco Cofano. Sarà presente l’ IISS G. Salvemini di Fasano con “la pasticceria del mare” a cura del prof Legrottaglie Giovanni e del tecnico Zizzi Margherita. L’ area portuale si trasformerà in una mostra collettiva a cielo aperto con l’ opera di Donatello Grassi “La Venere ritrovata” e l’ opera “Un barile di petrolio”di Pasquale Donnaloia . E’ prevista la partecipazione straordinaria del designer Valentina De Carolis. L’ Associazione Italiana Genitori di Fasano – A.Ge.Fasano Onlus – in collaborazione con l’ Associazione CuberArt, curerà l’esposizione delle opere d’arte con vari artisti che esporranno alcune delle proprie tele sul tema del mare. : Umberto Colapinto, Caterina Rocco, Vincenzo Sciannelli, Saverio Guglielmi, Liliana Lerede, Anna D’Erasmo, Angela Di stasi, Rosa Brandonisio, Antonella Lolli . Gli artisti, oltre ad esporre le loro opere, realizzeranno dal vivo dei lavori sul tema del mare e saranno impegnati in laboratori didattici con ragazzi che vorranno cimentarsi nell’attività pittorica. Riguardo le musiche attendiamo la Banda Santa Cecilia di Fasano, il Duo Qualunque,il D.J. “ SunDay.O”.
 
L’ evento ha un chiaro obiettivo culturale , quello di sviluppare in tutti una maggiore consapevolezza verso la bellezza dei luoghi che appartengono all’intera comunità al fine della tutela. E’ per questo che l'Associazione culturale di promozione sociale “Gitt” (Gruppo Interesse Territoriale Torre Canne) si è costituita con un forte sodalizio, presieduto da Rosanna Cirasino (il vice presidente è Giuseppe Vinci, con un nutrito gruppo direttivo). “In futuro – aggiunge Giuseppe Vinci – abbiamo messo in cantiere una mostra fotografica permanente, che possa raccontare iconograficamente la storia di Torre Canne. Stiamo anche pensando a una pubblicazione cartacea e a una esposizione di oggetti”.
 
Chiunque volesse, può chiedere l'iscrizione alla predetta Associazione all’ indirizzo associazionegitt@gmail.it, iscriversi al gruppo Facebook e/o contribuire con l'invio di materiale documentativo utile all'indirizzo mail tiraccontotorrecanne@gmail.com.
 
Tempo stimato di lettura: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Vinci Franco

    Praticamente la ss 172 parte dall' agip e nn da dopo patronelli per l'anas e le istituzioni varie, quella strada nn viene messa in...

    Mostra articolo