Studio, cultura e fantasia: in scena “Il mago di Oz”

di Marisa Cassone sabato, 10 giugno 2017 ore 04:35

Ieri, a cura della scuola media Bianco-Pascoli. LE FOTO

FASANO- Tratto dal celebre racconto di Frank Baum e poi riprodotto su pellicola cinematografica con la regia di Victor Fleming nel 1939, “Il mago di Oz” è stato portato in scena ieri, venerdì 9 giugno, dalla classe 1AA della scuola media Bianco-Pascoli di Fasano.
 
Curato dalla prof.ssa Mara Ferrara, il progetto ha coinvolto i ragazzi durante l’anno scolastico appena terminato, i quali hanno letto ed interpretato il racconto che ieri mattina ha calcato il palcoscenico. Tre gruppi differenti hanno rappresentato la loro idea de “Il mago di Oz” con tanto di costumi di scena e canzoni tratte dal noto film.
E così Dorothy con le sue magiche scarpette rosse, accompagnata dal leone codardo, dall’uomo di latta e dallo spaventapasseri senza cervello ha, ancora una volta, incontrato sul suo tragitto le diverse streghe, fino a giungere al castello del mago di Oz.
 
“Questa per me è la buona scuola: imparare attraverso la vera cultura” ha affermato la docente a conclusione dello spettacolo.
 
Giuseppe Murri, Giuliano Cassone, Antonella Santoro, Antonio Rosato, Daniele De Roma, Giuseppe Rosato, Gabriel Di Bari, Gabriele Latorre, Graziano Rubino, Mattia Aldini, Mattias Di Bari, Vincenzo Schiavone, Alessia Cofano, Xhesika Alibeu, Graziana Loprete, Alessandra Vinci, Emanuele Conversano, Antoniana Pinto, Zoe Ratta, Andrea Ratta, Noemi Bellini, Vanessa Loprete e Alessia Sallaku, i nomi degli aspiranti “attori”.
 
Un lavoro eccellente che ha certamente lasciato insegnamenti ed emozioni nel cuore degli studenti partecipanti.
 
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Un ottimo gesto di solidarietà,generosità e di piccolo aiuto per uno dei tanti paesi dove, dopo più di un anno,le macerie dell'ultimo terremoto...

    Mostra articolo
  • Panalli Pierpaolo

    Care forze dell ordine forse è meglio che quando trovate queste macchine parcheggiate e rubate vi appostate, sicuramente dopo qualche giorno...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!