"Storie di Alternanza", ancora un primo premio per gli studenti del “Salvemini” di Fasano

di Redazione Go Fasano venerdì, 25 maggio 2018 ore 05:40

Un’iniziativa promossa da Unioncamere e dalle Camere di Commercio italiane

FASANO - Ancora un primo premio per l’Istituto Tecnico Tecnologico “G. Salvemini” di Fasano.

Il riconoscimento questa volta è quello delle “Storie di alternanza”, un’iniziativa promossa da Unioncamere e dalle Camere di Commercio italiane con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani.

“Obiettivo su Fasano” ha ottenuto il primo premio presso la Camera di Commercio di Brindisi, il 22 maggio scorso, con il video-racconto delle attività svolte e delle competenze maturate nel percorso di alternanza scuola-lavoro con la classe VC dell’indirizzo di Grafica e Comunicazione nella categoria degli istituti tecnici e professionali.

La storia di alternanza “Obiettivo si Fasano” ha visto come protagonisti ventotto ragazzi che tre anni fa hanno iniziato  la narrazione di un nuovo percorso di alternanza. Tutto è cominciato puntando l’obiettivo della macchina fotografica su più immagini del territorio per riprodurne i luoghi dell’anima: il monumento più noto, quello meno significativo ma più frequentato, gli spazi della memoria familiare e sociale.

Scelte tecniche e professionali, narrazione storica e narrazione personale hanno portato all’elaborazione un prodotto cartaceo che è stato poi elaborato, impaginato, stampato e fascicolato durante le ore di Alternanza Scuola- Lavoro, presso l’azienda Grafiche Ventrella.

L’obiettivo su Fasano è diventato Salvè Art, un evento di piazza durante il quale momento clou è stata la proiezione di un videomapping sulla facciata del palazzo comunale con Proiezioni in 3 D, cadenzate nell’oscurità della notte nella piazza della città accompagnate da effetto sorpresa  e suspense. Alla base dell’idea grafica un laboratorio di fotografia sul territorio, manipolato e riscritto e reinventato attraverso le potenzialità di un software, le lezioni di qualificati esperti e la grande creatività dei ragazzi. A seguire l’obiettivo è stato puntato poi sulle aziende produttive del territorio nel settore della Grafica e della Comunicazione.  Qui i ragazzi hanno incontrato e conosciuto la realtà operativa di più aziende: studi fotografici, serigrafie, tipografie e quanto altro. Qui sono stati stati educati all’impegno e hanno conosciuto altri aspetti del loro futuro lavorativo, rapportandosi con tutor esterni e ritmi di lavoro diversi da quelli scolastici.

“Obiettivo su Fasano” è stato un mondo libero dove tutto poteva accadere, trasformarsi o prendere direzioni inattese, grazie al contributo che tutor scolastici e aziendali hanno offerto per affrontare i problemi e  risolverli compiutamente.  Il premio infatti va condiviso con i tutor aziendali di Grafiche Ventrella, Itinera DNC, Bellidea, Click Foto, Digipoint, Eurograf, Grafica Service, Faso Editrice, Max Resolution, Schena Service, Smau Center, sostenitori autentici e fondamentali del percorso.  

«L’augurio - afferma il dirigente scolastico dell’istituto, prof.ssa Rosa Anna Cirasino-  è quello di riempire la storia del futuro lavorativo dei nostri ragazzi con altrettanta positività e progettualità». 
 
Un ottimo  traguardo e un sincero augurio per tutti i ragazzi coinvolti:  Antonietta Albanese, Luigi Amati, Mara Amati Miriana Amati, Flavio Baccaro, Rita Carbotti, Luana Ciaccia, Rossella Cofano, Annamaria D'Errico, Federica Di Santo, Letizia Di Bari, Roberto Ernandes, Sante Fanigliulo, Rebecca Fasano, Bartolo Ferro, Giuseppe Leone, Stefano Maellaro, Mario Mileti, Sante Narducci, Rosa Pentassuglia, Alessia Pipoli, Alessandra Pistoia, Francesca Pistoia, Angela Potenza, Nicole Pugliese, Walter Savoia, Marco Sibilio, Donato Zizzi.

Per la visualizzazione del video vincitore del premo è possibile consultare QUESTO link.

Tempo di lettura stimato: 1'
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Bianco Romano

    Usiamo il giusto linguaggio: i "punti" esistono a basket e a pallavolo, NON a pallamano. A pallamano esistono esclusivamente le RETI

    Mostra articolo